HomeCommunication & Tecnologies

Leonardo investe sui giovani con il primo liceo digitale d’Italia

Il nuovo percorso è attivo all’istituto Matteucci di Roma dall’anno scolastico 2022-2023 con un focus particolare sull’intelligenza artificiale

Leonardo investe sui giovani con il primo liceo digitale d’Italia

Fonte: Il Sole 24 Ore.it Il lavoro del futuro sarà sicuramente diverso da quello che conosciamo oggi. È l’effetto della progressiva digitalizzazione

Firmato l’accordo di rinnovo del contratto integrativo aziendale Leonardo
Eni completa l’acquisizione di Neptune
Snam: emessi green bond per 1,5 miliardi, domanda superiore a 6 miliardi

Fonte: Il Sole 24 Ore.it

Il lavoro del futuro sarà sicuramente diverso da quello che conosciamo oggi. È l’effetto della progressiva digitalizzazione che troverà applicazione in molteplici ambiti produttivi, istituzionali e dei servizi, offrendo nuove opportunità lavorative. A ciò si aggiungono gli effetti delle altre due grandi transizioni che operano in sinergia tra loro: la transizione ecologica e quella digitale. Si tratta di trasformazioni che influenzeranno profondamente la società e la struttura occupazionale nel prossimo futuro, impattando in maniera determinante sulle competenze e i profili professionali richiesti dal mercato del lavoro.

Leonardo, in quanto principale azienda manifatturiera italiana che ha come ambizione quella di contribuire al progresso tecnologico e digitale del Paese, riveste un ruolo importante. Per vincere la sfida del cambiamento tecnologico che investe tutti i settori di business dell’azienda, Leonardo si è concentrata prima di tutto sul capitale umano, sulle competenze delle persone e sul rapporto con il mondo della ricerca e dell’istruzione. Per questo motivo l’azienda collabora con oltre 90 università e centri di ricerca nel mondo e ha creato i Leonardo Labs, hub tecnologici dedicati alla ricerca e allo sviluppo delle tecnologie di frontiera, interconnessi con università, politecnici, centri di ricerca e imprese partner, per sostenere l’ecosistema dell’innovazione. Il gruppo Leonardo è impegnato nella formazione continua delle proprie persone, attraverso corsi di eccellenza anche di livello universitario e incentrati soprattutto sulle nuove tecnologie, e tramite Academy professionali, con percorsi formativi rivolti alle professionalità maggiormente esposte ai cambiamenti apportati dalle nuove competenze digitali. Particolare attenzione è rivolta a campagne di recruiting e selezione di nuovi talenti rivolte a giovani laureati soprattutto in discipline Stem: science (scienza), technology (tecnologia), engineering (ingegneria) e mathematics (matematica).

Grazie a un accordo siglato tra Leonardo, la Fondazione Leonardo e l’Istituto d’istruzione superiore Matteucci (Roma), è stata avviata una collaborazione finalizzata alla creazione, a partire dall’anno scolastico 2022-2023, di un nuovo indirizzo tecnico-scientifico denominato liceo digitale. La realizzazione del progetto, primo in Italia, si basa sul rilancio degli istituti tecnici, sulla rivisitazione della didattica e per colmare il deficit di competenze digitali del nostro Paese, dal momento che mancano più di un milione di esperti. Il liceo digitale ha la durata di cinque anni e si articola in due bienni e in un quinto anno; si conclude con un esame di Stato, al superamento del quale viene rilasciato un diploma che consente l’accesso all’università.

Un focus particolare riguarda l’intelligenza artificiale. Il prezioso supporto di Leonardo, con i suoi migliori esperti, consente di creare un percorso di formazione dello studente in modo da costruire basi solide da poter spendere dopo il diploma sia nella prosecuzione degli studi che nel mondo del lavoro. Intelligenza artificiale e robotica si intrecciano in classe con matematica, informatica, fisica e le altre discipline di indirizzo. Il primo progetto pilota, partito a settembre 2022, ha visto nascere un’unica sezione (27 alunni); gli studenti che sono oggi al secondo anno stanno acquisendo i concetti alla base di un sistema basato su intelligenza artificiale. Leonardo ha erogato circa 40 ore di formazione ai professori per un aggiornamento delle competenze specifiche di digitalizzazione. I buoni risultati che si stanno ottenendo hanno fatti sì che le iscrizioni siano raddoppiate ed a fronte di ciò il ministero dell’Istruzione ha concesso l’apertura di due sezioni per l’anno scolastico 2023/2024.

Poi ci sono i Leonardo Labs, una rete di laboratori dedicati alla ricerca e allo sviluppo delle tecnologie di frontiera. Questi laboratori, dislocati in prossimità dei principali siti industriali dell’azienda, hanno dato immediato impulso alla ricerca di Leonardo e rappresentano una novità sul territorio nazionale, mentre all’estero risultano particolarmente diffusi. Il lavoro di ricerca dei Labs, nel supportare tutte le divisioni del gruppo, interagisce con il mondo delle università, dei centri di ricerca, di politecnici, aziende e startup a livello globale. Il carattere distintivo dei Labs è, dunque, quello dell’open innovation.

Commenti