HomeMercato finanziario

Che cosa aspettarci dall’argento nelle prossime settimane?

Che cosa aspettarci dall’argento nelle prossime settimane?

Generali: tra Caltagirone e Del Vecchio patto parasociale anti-Donnet
Bonus rottamazione TV, arrivate oltre 5mila richieste il primo giorno
Mattarella bis piace a mercati ed analisti: sale Piazza Affari

argento-previsioni

Un pò più in ritardo rispetto all’oro‬, l’argento‬ ci ha sorpreso con un poderoso rialzo sul finire della scorsa settimana e nella giornata di ieri registrando una performance del 4,2%, mentre dall’inizio dell’anno è cresciuto del 42,7%. Il mese di luglio appena cominciato ha visto passare le quotazioni del prezioso da un minimo di $18.69 ad un massimo a $21.119 (Activtrades SILVER CFD Prices), nel giro di poche sedute, sulla scia del risultato del voto della ‎Gran‬  Bretagna‬ che ha portato grande incertezza nel complesso dei mercati finanziari globali.

L’ambiente di trading post-Brexit‬ è stato caratterizzato da forti oscillazioni della volatilità. La decisione della Gran Bretagna di uscire dall’‎UE‬ ha innescato il più grande selloff‬ in due giorni, nella storia del mercato azionario, con oltre 3 miliardi di dollari “bruciati”.

C’è da osservare, per coloro che tradano nei mercati dei metalli preziosi, che spesso l’argento tende a sovraperformare l’oro, tanto più se in precedenza è rimasto un po’ più indietro rispetto al metallo giallo.
Interessante analizzare il gold/silver ratio che ha toccato il valore di 67.12 il livello più basso dal 2014, grazie appunto al gain settimanale del silver il maggiore in quasi tre anni.
Il rapporto oro-argento è utilizzato dagli investitori per determinare quando comprare e vendere i metalli preziosi ed nel caso in esame, afferma in sostanza che sono necessarie 67.12 once d’argento per comprare un’oncia d’oro.

Che cosa aspettarci per l’argento nelle prossime settimane?

Difficile pensare che vi sia una salita senza soluzione di continuità, anche se sarà piuttosto naturale vedere una contrazione delle quotazioni intorno all’area di prezzo a $19,50. Naturalmente con tutte le cautele del caso, la corsa dell’argento dipenderà molto se anche l’oro continuerà ad avanzare. L’elevato costo dell’oro spinge gli acquisti verso l’argento come confermano i dati sulle importazioni del metallo giallo confermano il crollo del 50% a favore delle importazioni di argento. I fondamentali quindi, appaiono positivi. In particolare se persistono gli enormi afflussi da parte degli Etf e se i buoni dati sulle esportazioni in ‎Cina‬ via Hong‬ Kong‬ continuano, ci potremmo aspettare un secondo semestre dell’anno particolarmente interessante per l’argento. Il numero delle posizioni speculative per mezzo di contratti futures ed opzioni, secondo quanto riportato dal CFTC‬ nel Comex‬ sono salite la scorsa settimana, avvicinandosi al record del 2011. L’incognita resta le manovre della‎ Federal‬ Reserve‬ Americana‬ sul costo del denaro.

 

DoveInvesrire

Commenti