HomeItalian Enterprises

FS, appalto PNRR: sulla Palermo-Catania-Messina aggiudicati da RFI lavori per 616 milioni

L’opera sarà finanziata anche con i fondi del PNRR. A realizzare gli interventi sarà il raggruppamento temporaneo di imprese che include Webuild e Pizzarotti

FS, appalto PNRR: sulla Palermo-Catania-Messina aggiudicati da RFI lavori per 616 milioni

Nexi: accordo con Intesa Sanpaolo per operazione di acquiring in Croazia da 180 milioni
Messina: costruzione bypass sul viadotto Ritiro. Soddisfazione da parte di Uil Messina
Messina: riqualificazione del waterfront Boccetta- Annunziata con il coinvolgimento dei cittadini

Il Gruppo FS ha aggiudicato un altro appalto in Sicilia per 616 milioni di euro. La gara bandita da RFI – società a capo del Polo Infrastrutture di FS Italiane – riguarda la tratta Nuova Enna-Dittaino della Palermo-Catania-Messina. A realizzare gli interventi sarà il Raggruppamento Temporaneo di Imprese che vede come capofila Webuild Italia e come mandante Impresa Pizzarotti.

L’opera sarà finanziata anche con i fondi del Piano Nazionale di Ripresa e Resilienza (PNRR). “L’aggiudicazione di questa gara completa gli obiettivi ferroviari europei dell’anno in ambito PNRR e giunge a poche settimane di distanza da quella per i lavori, sulla stessa linea, della tratta Dittaino-Catenanuova, dal valore oltre 588 milioni di euro”, spiega una nota del Gruppo.

La tratta Nuova Enna-Dittaino: riduzioni dei tempi di viaggio

Nel dettaglio, gli interventi tra Nuova Enna e Dittaino consistono nella realizzazione di tre gallerie, per una lunghezza complessiva di 8,5 chilometri, e di un viadotto della lunghezza di un chilometro. Inoltre, sarà realizzata la nuova stazione di Enna Nuova e rinnovata quella di Dittaino.

Al termine dei lavori lungo tutto l’asse sarà possibile percorrere in meno di due ore la distanza tra Palermo e Catania. Riduzioni dei tempi di viaggio progressive sono previste comunque già in anticipo, grazie all’attivazione per fasi dei nuovi tratti di linea. Gli interventi programmati, inoltre, porteranno a velocizzare i collegamenti e incrementare gli standard di regolarità e puntualità dei treni.

Fonte: Firstonline.it

Commenti