HomeHabit & Renewable Energies

Energia pulita: al via in Olanda le prime centrali a letame. E’ una rivoluzione

Energia pulita: al via in Olanda le prime centrali a letame. E’ una rivoluzione

Il delirante piano della Cia per affondare le navi nemiche usando delfini ammaestrati
Gas serra: il peso delle forze armate
L’impianto canadese di Shell per la cattura della CO2 inquinerebbe più del previsto. A dirlo è il report di una ONG

download

Un allevamento può dare luce a 40 case per un anno

“Dai diamanti non nasce niente, dal letame nascono i fiori”, cantava Fabrizio De Andrè nel 1967. Oggi, nel 2016, dal letame può nascere soprattutto energia pulita. Non ancora in Italia, purtroppo, ma nella sempre avveniristica Olanda dove FrieslandCampina, la più grande cooperativa di produttori di latte del paese, ha investito 150 milioni di euro in un progetto per trasformare la produzione metabolica delle vacche in energia.

Friesland ha infatti varato ‘Jumpstart‘, una finanziaria che aiuterà i suoi fornitori – 200 in un anno, almeno mille entro il 2020 – ad attrezzare le loro aziende con un impianto di generazione elettrica alimentato con il letame delle bestie. Il primo esperimento è stato avviato 20 giorni fa nella fattoria della famiglia Heeg, dove 175 vacche lavorano indefessamente per produrre abbondante materia prima ogni giorno. Risultato lusinghiero: in tre settimane sono stati generati quasi 10mila Kilowattora di energia, quando basta a dare luce a tre case per un intero anno.

Naturalmente, collateralmente al progetto, sono stati varati incentivi: chi accetta di installare il ricicla-letame incassa 10 euro in più ogni mille kg di latte prodotti, non male in un periodo in cui i prezzi sono sotto pressione causa fine delle quote Ue. Inoltre le entrate della vendita dell’energia alla rete nazionale vanno tutte in tasca agli allevatori. La famiglia Heeg di cui sopra potrebbe incassare 10mila euro solo nel primo anno di attività cedendo l’elettricità prodotta in eccesso al loro fabbisogno.

L’esperimento della Friesland è sostenuto da finanziamenti pubblici anche perchè affronta uno dei problemi ecologici più seri dell’Olanda. Le stalle domestiche producono 74 milioni di tonnellate di letame l’anno. Parte viene sparso nei campi come fertilizzante, ma i nitrati e i fosfati che genera tendono a raggiungere la falda inquinandola e causando crescite anomali di alghe.

quifinanza.it

Commenti