HomeProblemi sociali

L’ hate speech e cyberbullismo

L’ hate speech e cyberbullismo

Combattere la società
I disturbi mentali: e la follia che si crede dietro essi
L’ abbandono e il dolore

L’ hate speech sono espressioni d’odio, che vengono usate da un gruppo dominante verso un gruppo debole.

Si è diffuso rapidamente, grazie ai social network, che hanno permesso un esplosione del fenomeno.

Le persone che vengono attaccate si sentono annullate e aggredite per atteggiamenti o comportamenti, che possono ferire le altre persone al solo scopo di distruggerle psicologicamente e farle sentire ogni giorno vittime di questo comportamento.

Questo può ferire e lasciare segni indelebili sulle vittime, che si trovano sole e spesso sentendosi prese di mira possono arrivare a compiere gesti estremi e sentirsi il bersaglio di gente che si crede superiore a ogni cosa.

L’ hate speech è un modo nuovo di creare danni alle persone, che però le vittime di questi comportamenti si trovano a convivere con questa situazione, che non si limita alla scuola, ma continua costantemente online, rendendo la vita di quella persona un inferno.

Bisognerebbe educare i giovani ad evitare questi comportamenti, che possono ferire persone innocenti e che si ritrovano a combattere contro un mostro più grosso di loro.

L’ aiuto è fondamentale per salvare i soggetti sottoposti a insulti online, perché il male può essere impossibile o difficile da cancellare e la conseguenza peggiore è che ciò che resta online, difficilmente può essere cestinato.

di Tiziana e Monica Origgi

Commenti