HomeProblemi sociali

I giovani: abbandono scolastico e disinteresse verso il futuro

I giovani: abbandono scolastico e disinteresse verso il futuro

Mobile banking usato molto dai giovani
Al via la Carta Giovani con sconti e agevolazioni: come usarla e dove usarla
Unicredit: 850 uscite volontarie e altrettante assunzioni

Molti giovani oggi, abbandonano la scuola per vari motivi, legati soprattutto legati a un sistema scolastico fin troppo antiquato, a causa della sfiducia che, si sta sempre di più diffondendo nei giovani, in quanto necessitano di voler guadagnare subito soldi e non aspettare anni per poter trovare un impiego, accontentandosi così di piccoli lavoretti, che non compensano in alcun modo la possibilità di avere una famiglia o una casa di proprietà in futuro.

In questo senso, molti giovani disorientati si trovano soli e per questo decidono di abbandonare la scuola per sperare di costruire un futuro migliore, dal momento che in Italia anche, i plurilaureati non riescono a trovare una seria occupazione perché purtroppo il lavoro richiede sempre più competenze che un giovane appena laureato alla ricerca di un’ occupazione non possiede in alcun modo.

La scuola italiana e i suoi problemi

La nostra formazione si fonda solo su basi teoriche, senza fornire ai ragazzi gli strumenti per poter essere avviati nel mondo del lavoro, sprecando a volte menti geniali che sono costrette ad andare all’ estero per ottenere più riconoscimenti, che in Italia non verrebbero neanche presi in considerazione e dunque, per questo molti giovani non cercano neanche un lavoro, perché si trovano scoraggiati per il loro futuro ancora incerto e a causa della pandemia e poi dell’ avvento della guerra in Ucraina, che ha portato ancora più incertezza nell’ economia italiana.

Il problema resta  sempre il fatto che le aziende richiedono sempre più competenze che i giovani non possiedono e in questo modo il mercato del lavoro non progredisce, anche perché ci sono ancora troppi anziani che non vanno in pensione, ostacolando così la possibilità dei giovani di inserirsi nel mercato lavorativo, ma si ritrovano invece a doversi adattare a contratti che non danno stabilità economica e spesso sono costretti a restare a casa dei genitori.

La politica dovrebbe prendere in considerazione questo fenomeno, perché l’ abbandono scolastico non può essere accettato dalla nostra società.

A cura di Monica e Tiziana Origgi

Commenti