HomeAgriculture, Automotive, Texiles, Fashion & Other

La vita su Marte c’era e si è autodistrutta, a quanto pare

Miliardi di anni fa su Marte potrebbe essere avvenuta un'estinzione globale.

La vita su Marte c’era e si è autodistrutta, a quanto pare

Acqua su Marte: nuovo studio cambia la datazione della sua scomparsa
Marte: il mistero della porta
Marte era abitato?

Sulla Terra esistono microrganismi capaci di vivere in ambienti privi di ossigeno (come ad esempio nelle bocche idrotermali sul fondo dell’oceano) che sono in grado di produrre metano grazie al processo chiamato metanogenesi.

Secondo un nuovo studio questi simpatici e minuscoli esseri avrebbero potuto abitare Marte tra 3,7 miliardi e 4,1 miliardi di anni fa. Ma cosa gli è successo? L’ipotesi è che si siano autodistrutti cambiando completamente il volto del pianeta.

Secondo il team di ricercatori i metanogeni avrebbero avviato un raffreddamento climatico globale cambiando la composizione chimica dell’atmosfera. L’acqua salmastra nella crosta si sarebbe congelata a profondità sempre maggiori man mano che il pianeta si raffreddava. Quel raffreddamento alla fine avrebbe reso inabitabile la superficie di Marte. Mentre il pianeta si raffreddava, gli organismi sarebbero stati spinti più sottoterra, lontano dal freddo.

“Secondo i nostri risultati, l’atmosfera di Marte sarebbe stata completamente cambiata dall’attività biologica molto rapidamente, nel giro di poche decine o centinaia di migliaia di anni”, ha detto Boris Sauterey uno degli autori dello studio. “Rimuovendo l’idrogeno dall’atmosfera, i microbi avrebbero drasticamente raffreddato il clima del pianeta”.

Per quanto sia ormai un’idea scontata e troppo spesso banalizzata, Marte rimane il luogo del sistema solare dove è più probabile trovare vita extraterrestre, oltre al nostro. E di qui a pochi anni potremmo risvegliarci con una notizia che cambierebbe totalmente la nostra posizione nell’universo.

Fonte: Esquire.it

Commenti