HomeTourism

Startup pratese valuta le coste liguri, scegliendo Genova come modello innovativo

Startup pratese valuta le coste liguri, scegliendo Genova come modello innovativo

Oggi, si sta affermando, sempre più un concetto di turismo sostenibile, a impatto zero per proteggere la fauna, l' ambiente e il patrimonio culturale

Genova: bimbo di 6 anni inglese “senza speranze”, salvato dal Gaslini
Genova: Bucci annuncia l’arrivo della Wave Pool
“HyVIS”: primo progetto per protesi retiniche che si svilupperà a Genova

Oggi, si sta affermando, sempre più un concetto di turismo sostenibile, a impatto zero per proteggere la fauna, l’ ambiente e il patrimonio culturale italiano, talvolta vittima di atti vandalici e scritte da parte di turisti e attivisti della generazione zeta. 

Una startup pratese ‘Moebeus’, ha effettuato studi sulla sostenibilità di alcuni ambienti della costa ligure. 

La società benefit, guidata da Elisa Bologni Ceo, Emiliano Sparacino (Cto), Cristina Agostinelli (project manager) e Alessia Rossi (consulente di sostenibilità), con la piattaforma digitale “Tour4Blue”, è stata individuata dalla Regione Liguria, come modello di innovazione per il turismo sostenibile di questo Paese, con lo scopo di mettere in risalto le sue attrazioni turistiche e sportive. 

Questa piattaforma digitale, permette ai turisti di essere a conoscenza sul capoluogo ligure e la sua costa e avere una mappatura di prodotti e servizi disponibili per cittadini e turisti.

E’ un modo per raccontare, come Genova si sta innovando per avvicinarsi, sempre di più a un turismo sostenibile per il proprio tessuto storico e sportivo e che contribuiscono al principale obiettivo della città, creare un’ ambiente a impatto zero, per quanto riguarda, il settore economico e sociali, individuati a livello internazionale.

La startup ha esaminato 50 buone pratiche di sostenibilità, portate avanti dalle singole aziende e società sportive, per poi comunicarle online ai cittadini e turisti.

Le categorie prese in esame sono nove, vanno dalla gestione dei rifiuti, alla riduzione delle emissioni, dall’ etica sociale, ai prodotti ecosostenibili.

A cura di Monica e Tiziana Origgi

Commenti