HomePolitica Italiana

Btp Asta, 31 ottobre: ecco quali titoli collocherà il Mef

Ecco tutte le info sull’ultima asta di titoli di Stato del Tesoro del mese di ottobre.

Btp Asta, 31 ottobre: ecco quali titoli collocherà il Mef

Fonte: Money.it Il giorno 31 ottobre il ministero dell’Economia e delle Finanze collocherà gli ultimi titoli di Stato del Tesoro del mese trami

Fincantieri vola in Borsa dopo commesse milionarie
Cucina italiana: cresce nel mondo e ora vale 228 miliardi
Debito pubblico italiano: in calo e di quanto?

Fonte: Money.it

Il giorno 31 ottobre il ministero dell’Economia e delle Finanze collocherà gli ultimi titoli di Stato del Tesoro del mese tramite asta per un importo complessivo massimo di 8,75 miliardi. Nello specifico saranno BTP a 5 e 10 anni, BTP 10 Anni con vita residua 4 anni e CCTeu a 7 Anni con vita residua 5 anni. Il pubblico può prenotarsi entro il 30 ottobre mentre entro le ore 11 del 31 ottobre dovranno essere presentate le domande. Le domande per l’asta supplementare invece vanno presentate entro le 15:30 del 31 ottobre. Entro il 2 novembre tutte le sottoscrizioni saranno approvate. Vediamo quali sono le principali caratteristiche dei titoli di Stato che il Mef collocherà.

Ecco quali titoli di Stato collocherà il Mef

titoli di Stato che saranno proposti in quest’ultimo giorno del mese di ottobre saranno collocati utilizzato soltanto il meccanismo dell’asta marginale con determinazione discrezionale del prezzo di aggiudicazione e della quantità emessa all’interno dei predetti intervalli di emissione. L’importo minimo sottoscrivibile è di 1.000 euro. Ecco quali saranno collocati.

Partiamo dai BTP a 5 anni che verranno offerti con un importo compreso tra i 2 e i 2,5 miliardi. Si tratterà di titoli con scadenza 1° febbraio 2029 ad un rendimento annuale del 4,1%. Il pagamento della cedola sarà il 1° febbraio 2024, La prima cedola corta per i BTP 5 Anni avrà un tasso lordo pari all’1,36%, corrispondente ad un periodo di 122 giorni su un semestre di 184.

BTP decennali avranno un importo offerto tra i 3 e i 3,5 miliardi di euro. Saranno emessi con data 1° settembre 2023 e scadranno il 1° marzo 2034. Il pagamento della cedola è infatti il 1° marzo 2024. Il rendimento annuo è del 4,20%.

Poi abbiamo i BTP 10 Anni con vita residua 4 anni proposti con un importo compreso tra 1 e 1,5 miliardi. La data di pagamento della cedola è il 1° dicembre 2023 con scadenza 1° giugno 2027. Il rendimento annuo è del 2,20% e la data di emissione il 1° febbraio 2017.

Infine saranno proposti CCTeu 7 Anni con vita residua 5 anni. Questi saranno indicizzati al tasso Euribor a 6 mesi e l’importo offerto sarà tra gli 1 e l’1,25 miliardi di euro. La data di emissione sarà il 15 ottobre 2022 e la scadenza è fissata al 15 ottobre 2028. Il tasso annualizzato è il 4,921%, lo spread lo 0,8% mentre il tasso cedolare semestrale sarà il 2,502%.

Cosa accadrà a novembre

Detto dell’ultima asta del mese di ottobre, a novembre ci sono diverse date da segnare sul calendario per gli investitori italiani. Ecco la lista:

  • 9 novembre: Asta BOT;
  • 10 novembre: Asta medio-lungo;
  • 24 novembre: Asta BTP Short – BTP€i;
  • 28 novembre: Asta BOT;
  • 29 novembre: Asta medio-lungo.

A riguardo i Bot, l’asta del 9 novembre è relativa a titoli con scadenza a un anno mentre quella del 28 novembre riguarda Bot semestrali.

Commenti