HomePolitica Italiana

Inps: si sbloccano 3.400 assunzioni

Inps: si sbloccano 3.400 assunzioni

Fonte: Pamagazine.it L’Inps sblocca 4.300 posti: approvate le graduatorie del concorso. Entreranno in servizio nei prossimi giorni, in tutta Italia

Il fintech in Italia cresce, attira investimenti e si appresta ad assumere
Unicredit: 850 uscite volontarie e altrettante assunzioni
I lavori più richiesti in italia nel 2022

Fonte: Pamagazine.it

L’Inps sblocca 4.300 posti: approvate le graduatorie del concorso. Entreranno in servizio nei prossimi giorni, in tutta Italia, soprattutto giovani. L’età media del personale della Pubblica amministrazione è pari in media 54,7 anni, mentre per quanto riguarda quello dell’Inps l’asticella sale a 58 anni. Insomma, l’età media dei dipendenti dell’ente è destinata ad abbassarsi drasticamente grazie alle nuove assunzioni. Oggi lavorano per l’istituto guidato da Pasquale Tridico circa 24mila persone. L’obiettivo è arrivare a 30mila unità.

Il presidente 

«In Consiglio di amministrazione abbiamo approvato la graduatoria per l’assunzione di 4.300 persone, realizzando così una delle più massicce assunzioni nell’ambito della Pubblica amministrazione». Così il presidente dell’Inps, Pasquale Tridico, in un intervento pubblico, riferendosi all’ampliamento di organico dell’Istituto di previdenza, a seguito di concorsi già effettuati. L’operazione richiede pochi giorni per essere portata a termine. «Ci sono soltanto i tempi tecnici della firma dei contratti da considerare», ha spiegato Tridico. Che ha aggiunto: «Tutto ciò porterà la nostra forza lavoro, di 24.000 unità, di nuovo verso il fabbisogno originale, che è di circa 30.000 persone».

Il piano

L’Inps ha programmato migliaia di nuove assunzioni per diplomati e laureati entro il 2024. Il Piano triennale dei fabbisogni di personale per il 2022, 2023 e 2024, autorizza infatti nel periodo l’inserimento di 13mila risorse. Il piano in questione ha ottenuto semaforo verde la scorsa estate, con la delibera n. 94 dell’8 giugno 2022. Oltre 8.600 i posti che andavano coperti entro l’anno 2022, a cui se ne aggiungono 2.309 per il 2023 e 2.062 per il 2024. Le assunzioni vengono effettuate in parte a valere sui budget assunzionali autorizzati per gli anni 2020 e 2021, e sulle cessazioni di personale, e in parte in ottemperanza alle nuove disposizioni normative che impattano direttamente sulla dotazione organica dell’Istituto.

Cercasi

Cercasi sia personale dirigenziale che non dirigenziale, sia diplomati che laureati. Le nuove risorse serviranno a incrementare la forza lavoro dell’istituto di previdenza, in modo che l’Inps sia in condizione di svolgere in maniera efficiente le proprie mansioni ed erogare tutti i servizi ai cittadini. Non solo. I nuovi assunti consentiranno all’ente di svolgere il proprio ruolo di soggetto attuatore in diversi interventi relativi a Piano nazionale di ripresa e resilienza e di attuare il proprio Piano strategico digitale.

Commenti