HomeFood & Beverage

Nuove soluzioni per un’ agricoltura sostenibile

Nuove soluzioni per un’ agricoltura sostenibile

A cura di Monica Origgi La sostenibilità nell' ambito agricolo sta diventando un argomento, sempre più al centro e a causa del cambiamento climatic

Leonardo e Tempest. Difesa europea, rivoluzione digitale
Snam: emessi green bond per 1,5 miliardi, domanda superiore a 6 miliardi
FS Italiane, è partito il Treno dei Bambini Da Roma Termini al Museo Nazionale Ferroviario di Pietrarsa

A cura di Monica Origgi

La sostenibilità nell’ ambito agricolo sta diventando un argomento, sempre più al centro e a causa del cambiamento climatico, diventa una materia sempre più imprescindibile, anche perché a causa di esso l’ acqua diventa un elemento essenziale, che non deve essere sprecato nemmeno, nell’ ambito agricolo, dal momento che ormai, è un bene sempre più prezioso, il famoso “oro blu”. Ma come è possibile venire incontro alle esigenze dell’ agricoltura moderna? E’ attraverso, la risposta con soluzioni innovative per dare una mano concreta. 

All’ estero è già stato impiegato da molto tempo, in Italia è in fase sperimentale, in un’ azienda che fa della sostenibilità ambientale un proprio vessillo, dallo scorso anno, si tratta appunto, dell’ orto-silicio, una forma di silicio che, può essere assorbita con più rapidità dalle piante e con molti vantaggi.

Cristopher Bernardi, Claudia Weick e Francesco Fabbri (tecnico aziendale)

A proposito di questo argomento, è intervenuta la Country Manager Intrahorti, Claudia Weick, è una ditta olandese leader nel settore biosicurezza e di Christopher Bernardi, titolare e supervisore dell’ azienda Bernardi Srl, ditta storica del reparto ortofrutta di prima qualità.

L’ azienda è nata nel 1953 a Rimini e festeggia 70 anni di attività quest’ anno, lavora in GDO dal 2000 e dal 2019 produce “residuo 0” e “Nichel free”.

Parcelle melone non trattato (sx) e trattato (dx) con Ac. Orto-silicio (Az. Agr. Bernardi, luglio 2022)

Bernardi afferma, che da anni combatte per la sicurezza alimentare, soprattutto per il consumatore finale e siamo, costantemente alla ricerca di soluzioni per la riduzione dell’ acqua e l’ ottimizzazione dei consumi idrici. Per meglio raggiungere questi obiettivi nel 2022, è stata lanciata una campagna per l’ utilizzo dell’ acido-silicio su cetriolo e melone, con applicazione sia in fase vegetativa, che in quella fertirrigazione, sia con trattamenti alla vegetazione. In una stagione severa dal punto di vista climatico, nel 2023 con l’ utilizzo dell’ acido-silicio, sono stati raggiunti risultati incoraggianti sia in termini, di resilienza delle culture, sia in termini quantitativi. La specialista ha dichiarato, il fatto che tessuti vegetali più consistenti consentono il mantenimento del turgore cellulare, anche ad alte temperature o sotto stress idrico, quando traspirazione e funzione fotosintetica si interrompono. Tale turgore si traduce in una migliore shelf life del prodotto.

Commenti