HomeCommunication & Tecnologies

Intelligenza artificiale: un campus virtuale internazionale sull’ open innovation

Intelligenza artificiale: un campus virtuale internazionale sull’ open innovation

Il controllo digitale nell’era delle tecnocrazie
Sanità il PNRR non basta: riflettori su convergenza informatica e hi-tech d’ avanguardia
COSA SUCCEDEREBBE SE TUTTI I PIANETI DEL SISTEMA SOLARE SI ALLINEASSERO?

Interconnettere, in uno spazio collaborativo virtuale e internazionale, i principali attori in grado di accelerare lo sviluppo di applicazioni di Intelligenza artificiale (AI) nella Drug Discovery. È questo lo scopo di FederAidd (Federation for Artificial Intelligence in Drug Discovery), un campus virtuale internazionale di open innovation creata da Oncodesign Precision Medicine (OPM), azienda biofarmaceutica specializzata nella medicina di precisione per il trattamento dei tumori resistenti e metastatici, insieme a Servier, azienda farmaceutica internazionale. Le due aziende hanno annunciato il lancio di questo nuovo spazio collaborativo con InterSystems France, primo membro del campus.

«Il potenziale dell’AI nel campo della Drug Discovery è immenso – sostiene Philippe Genne, Chairman and Ceo di Oncodesign Precision Medicine – in quanto i programmi di ricerca generano flussi di dati che spesso sono il risultato di competenze multidisciplinari e la loro analisi complessiva è complessa per la qualità e l’eterogeneità dei dati». L’obiettivo di FederAidd, prosegue, è «supportare progetti di Drug Discovery finalizzati a identificare nuovi farmaci per il trattamento di patologie attualmente prive di soluzioni terapeutiche, collaborando con i migliori esperti e utilizzando le tecnologie di AI più recenti».

Nel corso delle attività, alcuni membri di FederAidd acquisiranno competenze nella Drug Discovery e i loro progetti potranno essere accelerati e potenziati attraverso l’uso dell’AI. Altri membri di FederAidd, invece, acquisiranno competenze e know-how in AI e contribuiranno a migliorare e accelerare i progetti di Drug Discovery.

«Siamo molto lieti – assicura Olivier Nosjean, direttore Open innovation e Affari scientifici di Servier – di lanciare FederAidd con il nostro partner di lunga data OPM. Questo campus virtuale di open innovation mira a riunire diversi attori dell’ecosistema sanitario di tutto il mondo, come gruppi accademici, biotecnologie, start-up o gruppi farmaceutici, al fine di stimolare la scoperta di nuovi trattamenti e accelerare l’innovazione terapeutica attraverso l’AI».

Nel 2023 sarà lanciata la Call for Expression of Interest (CEI): un bando in collaborazione con Medicen, il cluster per la competitività sanitaria della regione Île-de-France, e Montreal International (Canada), per individuare nuove partnership per progetti innovativi in Francia e all’estero che possano beneficiare del sostegno di FederAidd. Lanciato tra Dijon e Paris-Saclay (in Francia) e a Montreal (in Canada) il campus ospiterà membri e operatori sanitari di tutto il mondo.

Nel primo trimestre del 2023 si terrà un webinar per condividere tutte le informazioni sull’organizzazione e su come aderire a FederAidd. Nel mese di gennaio verrà effettuata una comunicazione dedicata sui social network dei soci fondatori.

Fonte: Healthdesk.it

Commenti