HomeBanche d'Italia

Unicredit: a sostegno del Terzo settore per la crescita economica e sociale del Paese e del Mezzogiorno

Si è svolto oggi a Napoli l’incontro “Insieme, Possiamo. Le sfide del Mezzogiorno” per discutere sulle potenzialità di un settore che mostra importanti segnali di crescita nel Paese e nel Sud

Unicredit: a sostegno del Terzo settore per la crescita economica e sociale del Paese e del Mezzogiorno

Fintech, l’Italia si scopre seconda in Europa sulle banche digitali
Intesa Sanpaolo: Fideuram Bank Luxemburg acquisisce il 100% della belga CBPQ
Carige: Fondo interbancario approva la cessione a Bper e ricapitalizzazione da 530 milioni

Promuovere il Terzo settore per la ripartenza economia e sociale del Paese e del Sud. È con questo obiettivo che Unicredit, in collaborazione con Unicredit Foundation, ha organizzato l’incontro “Insieme, Possiamo. Le sfide del Mezzogiorno” svoltosi oggi a Napoli. L’intento è stato quindi quello di rafforzare la partnership tra pubblico, privato e non profit, oltre che discutere sulle potenzialità di un settore che mostra importanti segnali di crescita nel Paese e nel Mezzogiorno con significativi risvolti occupazionali.

Il boom del Terzo settore

Quello del Terzo settore e dell’imprenditoria sociale è una realtà molto importante del Paese che ha conosciuto una forte espansione nel corso degli ultimi 15 anni e che coinvolge oltre 360mila istituzioni, 5,5 milioni di volontari e impiega oltre 860mila dipendenti. Anche il settore non profit meridionale registra un particolare dinamismo, con 99mila istituzioni non profit presenti (il 27% del totale nazionale), che impiegano 168mila lavoratori dipendenti, pari al 20% del totale nazionale.

Le iniziative di Unicredit Foundation

Dall’inizio della pandemia, tra le priorità delle associazioni del Terzo settore è emersa la necessità di continuare a distribuire generi alimentari ai più bisognosi. In questo contesto Unicredit Foundation si è subito attivata per sostenere le organizzazioni impegnate sull’intero territorio nazionale nella distribuzione di generi alimentari a tutti coloro che si sono trovati in stato di difficoltà, grazie alla donazione di 5,1 milioni di euro – l’equivalente di 3,8 milioni di pasti – a 69 organizzazioni non profit in tutto il Paese. Nel Sud sono stati donati oltre 1,8 milioni di euro, per un controvalore di 1,3 milioni di pasti e 656 mila assistiti. Nel 2022 Unicredit Foundation ha inoltre raddoppiato il suo impegno con 1,2 milioni di euro donati solo nel Mezzogiorno: 510 mila euro all’organizzazione Banco Alimentare della Campania.

“Due anni difficili di pandemia e il contesto economico attuale rischiano di aggravare le situazioni di disagio nel Paese – ha detto Andrea Orcel, amministratore delegato di Unicredit –. Come Unicredit crediamo di avere una responsabilità sociale che va ben oltre il finanziamento. L’obiettivo è quello di rispondere ai bisogni delle comunità che serviamo e che hanno maggiore necessità del nostro aiuto. Questo approccio è fondamentale per realizzare il nostro scopo e ci impegna a dialogare sempre di più con il Terzo settore per trovare insieme nuove opportunità di collaborazione e sostenere al meglio le fasce più deboli della popolazione”.
Fonte: Firstonline.it

Commenti