HomeBanche d'Italia

Bankitalia. Rossi: “I Bitcoin sono aggeggi speculativi”

Bankitalia. Rossi: “I Bitcoin sono aggeggi speculativi”

Consoli. A Pasqua 2014 riunione ad Arezzo con i vertici di Veneto Banca
Mps. Babagallo: “comportamenti gravi e fraudolenti dei vertici”
Visco: “La crisi è stata causata non dalla vigilanza disattenta ma da malagestio”

Il direttore generale della Banca d’Italia e presidente Ivass Salvatore Rossi, durante la registrazione della prima puntata del 2018 della trasmissione tv ‘Roma InConTra’, ha affermato: “I Bitcoin non sono monete, ma aggeggi speculativi. Il loro valore sale e scende solo in seguito di movimenti speculativi. Non sono sistemi di pagamento, né niente di ciò. Piuttosto, assomigliano a degli ufo”.  Rossi ha aggiunto: “Purtroppo non esiste un’autorità mondiale in grado di bloccare il Bitcoin e ad oggi ci vorrebbe un accordo tra tutti i paesi, nessuno escluso, altrimenti sarebbe inefficace”.

Sulle tante truffe svelate dall’Ivass, Rossi ha poi detto che “si tratta di fenomeni molto diffusi e bisogna stare attenti soprattutto ai siti web che fanno comparazioni tra varie polizze assicurative, perché spesso questi siti sono d’accordo con una compagnia in particolare e la fanno risultare la più conveniente anche se non lo è. E alcuni siti fanno questo solo perché vengono pagati da quella compagnie”.

Commenti