European Banking News
Bce. Crescita dell’eurozona mai così diffusa in 20 anni

Il componente del Comitato esecutivo della Bce Bénoit Coeuré, intervenendo alla 53esima conferenza di governatori di banche centrali del Sud est asiatico che si è svolta a Bangkok, ha affermato che l’attuale livello di crescita economica nell’area euro “è il più forte da un decennio a questa parte e il più ampiamente diffuso da due decenni”. Coeuré ha spiegato che i rischi interni all’area euro a carico dell’economia sono ora considerati “bilanciati” dal Consiglio direttivo. Sono i rischi esterni ad… (Continua a leggere)

Draghi ai leader dell'Eurozona: "Completare l'Unione bancaria"

Il messaggio del presidente della Bce Mario Draghi ai leader dell’Eurosummit ha suggerito riforme strutturali a casa ma pensando anche, allo stesso tempo, a riformare l’Eurozona per rafforzarla e renderla pronta nel caso in cui si presentino nuove sfide. Draghi ha aggiunto che l’espansione economica attuale rafforza la convergenza tra Stati ma per renderla sostenibile occorre anche convergenza di politiche attraverso le riforme strutturali. Il presidente della Bce ha esortato i leader riuniti nell’Eurosummit a completare l’Unione bancaria. Il portavoce del… (Continua a leggere)

Bce. Draghi: "Notizie sulla crescita molto positive"

La Banca centrale europea ha consistentemente rivisto al rialzo le previsioni di crescita dell’area euro. Per quest’anno i tecnici dell’istituzione pronosticano un più 2,4%, sul 2018 un più 2,3% e poi 1,9% nel 2019 e 1,7 per cento nel 2020 mentre nelle stime diffuse tre mesi fa indicavano rispettivamente 2,25 sul 2017, 1,8% sul 2018 e 1,7 per cento sul 2019. Il presidente della Bce Mario Draghi, nella conferenza stampa al termine del Consiglio direttivo, ha affermato: “In generale le… (Continua a leggere)

La Bce mantiene i tassi d'interesse a zero

La Banca centrale europea, come ampiamente atteso, ha confermato a zero il tasso sulle principali operazioni di rifinanziamento, allo 0,25 per cento quello sulle operazioni marginali e al meno 0,40 per cento il tasso sui depositi che le banche commerciali parcheggiano presso la stessa istituzione. Dato che questi livelli vengono da tempo legati a doppio filo con la generale linea monetaria ultra espansiva, l’eventualità di variazioni non era nemmeno ipotizzata. In realtà dal Consiglio direttivo non erano attesi provvedimenti di… (Continua a leggere)

Il Comitato di Basilea boccia la stretta sui titoli di Stato per le banche

Un comunicato della Banca dei regolamenti internazionali diffuso al termine del via libera da parte del Group of Governors and Heads of Supervision alla riforma di Basilea III recita che il Comitato di Basilea “non ha raggiunto il consensus necessario a operare qualunque cambiamento sulle esposizioni sovrane”. Dunque non ci sarà nessuna stangata sui titoli di Stato nei bilanci delle banche. Nel 2015 era stata creata una task force con il compito di effettuare delle raccomandazioni. “Il parere del comitato… (Continua a leggere)

Nouy replica ai pareri di Europalamento e Consiglio Ue

La presidente della Vigilanza della Bce Danièle Nouy ha replicato con toni polemici ai pareri negativi di Europarlamento e Consiglio europeo e sull’addendum alle linee guida sui crediti deteriorati delle banche. Secondo i servizi giuridici delle due istituzioni il documento elaborato dall’autorità, se attuato, vedrebbe la Bce spingersi oltre il suo mandato. Secondo Nouy si tratterebbe di “Una leggenda”. In un articolo pubblicato sul Financial Times la presidente della Vigilanza ha detto che  “La Bce sta portando avanti una consultazione… (Continua a leggere)

Nouy: “Alcune banche devono fare di più per il problema Npl”

Il presidente del Meccanismo unico di Vigilanza della Bce Danièle Nouy, intervenendo ad un convegno a Francoforte, ha affermato che i crediti deteriorati rappresentano il principale nodo delle banche dell’area euro in questo momento e nonostante un miglioramento generale del quadro “in alcune parti del settore bancario dell’area continuiamo a vedere elevati livelli di stock di Non performing loans”. Nouy ha continuato: “Alcune banche devono fare di più per affrontare il problema degli Npl. E alla luce del miglioramento dell’economia… (Continua a leggere)

La Via. Entro fine anno modifica dei requisiti dei banchieri

Il direttore generale del Tesoro Vincenzo La Via, rispondendo ad una specifica domanda del presidente della Commissione parlamentare d’inchiesta sulle banche Pierferdinando Casini,  ha reso noto che il ministero dell’Economia emanerà entro la fine dell’anno la direttiva che modifica l’articolo 26 del Testo Unico Bancario (Tub), che regola i requisiti di onorabilità e professionalità dei banchieri. Casini ha chiesto:  “Vorrei sapere quando il Tesoro pensa di dare piena attuazione all’articolo 26 del Tub con l’emanazione del regolamento ‘fit and proper’… (Continua a leggere)

Nouy. Il piano Npl "ricade nei poteri della Bce"

La presidente del Consiglio di vigilanza della Bce Daniele Nouy, in audizione al Parlamento europeo, ha detto che l’iniziativa della Bce sui crediti deteriorati, i cosiddetti Non performing loans (Npl), “ricade all’interno del mandato di supervisione e nei poteri della Bce”, aggiungendo che “All’Eurogruppo il nostro approccio ha avuto un generale sostegno”. Nouy ha anche detto che “la nostra interpretazione è stata confermata dalla Commissione europea” e che “è in linea con le conclusioni del Consiglio di giugno”. La presidente… (Continua a leggere)

Bce: "Espansione solida e generalizzata dell’attività economica"

La Banca centrale europea afferma nel suo bollettino economico che nell’area euro “prosegue l’espansione solida e generalizzata dell’attività economica. I dati più recenti e i risultati delle ultime indagini congiunturali indicano una perdurante dinamica espansiva nella seconda metà dell’anno”. La Bce ricorda come proprio la sua politica monetaria espansiva stia “continuando a sostenere la domanda interna”. In questo ambito l’istituzione ha riassunto le motivazioni alla base della decisione di ricalibrare da inizio 2018 il piano di acquisti di titoli, riducendone… (Continua a leggere)