HomeLa Riflessione di Giancarlo Elia Valori

Il ruolo dei Brics nella risposta alle sfide internazionali rafforzando la governance globale

Il ruolo dei Brics nella risposta alle sfide internazionali rafforzando la governance globale

A cura di Giancarlo Elia Valori Costruire un partenariato BRICS più completo, più stretto, pragmatico e inclusivo è inteso a raggiungere uno svilup

Cina: prima al mondo per la costruzione di nuove fabbriche di chip
Europeismo e atlantismo: le dure lezioni per i due leader
5 Domande a: Prof. Alberto Frau

A cura di Giancarlo Elia Valori

Costruire un partenariato BRICS più completo, più stretto, pragmatico e inclusivo è inteso a raggiungere uno sviluppo globale più forte, più verde e più sano. Attualmente, la situazione internazionale è complessa e grave, e la ripresa dell’economia mondiale è piena di incertezze.
In quanto importante meccanismo di cooperazione tra mercati emergenti e Paesi in via di sviluppo, i BRICS sono diventati la chiave per favorire la crescita economica mondiale, promuovendo la riforma del sistema di governance e il mantenimento della pace e della stabilità internazionale.
David Monyaei, dell’Università di Johannesburg della Repubblica Sudafricana, auspica che i Paesi BRICS utilizzino la loro crescente fiducia politica reciproca, la complementarità economica e il vasto mercato per “aiutare la ripresa dell’economia mondiale nell’era del post-epidemia e promuovere l’ordine politico ed economico internazionale, in maniera da svilupparsi in una direzione più giusta e ragionevole”.
Paulo Robert, assistente presso il Centro di ricerca politica BRICS in Brasile, ha affermato che dall’istituzione del meccanismo di cooperazione BRICS, i risultati sono stati continuamente implementati e i campi sono stati estesi per la cooperazione nei settori dell’agricoltura, della scienza e della tecnologia e dell’energia; e la promozione della cooperazione BRICS continua a ottenere nuovi risultati.
L’odierno sviluppo globale si trova ad affrontare una situazione grave e i BRICS diventeranno un’importante piattaforma per unire gli sforzi e il brainstorming, che contribuirà a migliorare il meccanismo di cooperazione, a far uscire l’economia mondiale dalle difficoltà e ad aprire una nuova era di sviluppo.
I BRICS sono tutti importanti Paesi in via di sviluppo nelle loro regioni, e rappresentano una forza trascinante che non può essere ignorata nell’economia mondiale, guidando la crescita economica e commerciale regionale e internazionale. Vi sono ardenti speranze di rafforzare la cooperazione tra i Paesi BRICS, in maniera da aderire al vantaggio reciproco e ai conseguenti risultati per tutti; rafforzare la cooperazione economica; ed espandere il commercio e gli investimenti nell’innovazione tecnologica, nell’ambiente verde a basso tasso carbonio e in altri campi.
Il rafforzamento dell’unità e della cooperazione tra i Paesi BRICS darà maggiore slancio allo sviluppo nella comunità internazionale. Infatti il meccanismo di cooperazione BRICS risponde alle aspettative dei Paesi con mercati emergenti e dei Paesi in via di sviluppo per promuovere la pace e lo sviluppo nel mondo e creare un futuro migliore.
I Paesi BRICS – come ricordato in miei precedenti articoli – sono una forza decisiva sulla scena internazionale e hanno la capacità di guidare la situazione globale dell’economia per uscire dalla nebbia dell’incertezza e infondere fiducia nell’economia mondiale.
I BRICS sono fondamentali per accelerare l’attuazione dell’Agenda 2030 delle Nazioni Unite per lo sviluppo sostenibile, promuovere costantemente l’attuazione d’importanti iniziative e costruire congiuntamente una comunità atta a questi propositi. Elevare la cooperazione BRICS a un livello più alto è un passo che si attende con impazienza, e i membri originari e nuovi discutono pienamente, rafforzano il coordinamento e promuovono la cooperazione in molti campi come la finanza, l’economia e il commercio, l’innovazione scientifica e tecnologica, la prevenzione delle malattie infettive e il loro controllo.
Attualmente, la ripresa economica globale è fragile e debole, il divario di sviluppo si sta ampliando e sfide come il cambiamento climatico e la governance digitale sono gravi tali da indurre la comunità internazionale ad affrontare le sfide reali.
Marcos Deoli, redattore capo del brasiliano «Business Herald» ha affermato che negli ultimi anni i Paesi BRICS hanno ottenuto risultati notevoli nella cooperazione nei settori dell’economia e del commercio, dell’innovazione, dell’istruzione e dello sviluppo sostenibile.
Nell’ambito del meccanismo di cooperazione BRICS in vari settori, come la sicurezza alimentare, l’economia verde e l’innovazione scientifica e tecnologica ha ampie prospettive e un grande potenziale. Fin dalla sua istituzione, il meccanismo di cooperazione BRICS è stato strettamente legato al destino di un gran numero di mercati emergenti e Paesi in via di sviluppo. Anni fa il presidente cinese Xi Jinping ha proposto il modello di cooperazione “BRICS+”, che ha ricevuto sostegno attivo e risposta entusiasta da tutte le parti, valorizzando il valore di questo nuovo gruppo esteso, ed è sempre nell’agenda la proposta di avviare il processo di continua espansione dei membri dei BRICS.
Kritan Bahana, caporedattore della rivista sudafricana «Foreign Affairs» ha affermato che l’espansione dei BRICS non solo dimostra l’immagine aperta e inclusiva di questi Paesi, ma risponde anche alle aspettative dei mercati emergenti e in via di sviluppo, e contribuisce a migliorare la rappresentatività e l’influenza di tali Paesi nonché a fornire maggiori contributi alla pace e allo sviluppo nel mondo.
I Paesi BRICS continueranno ad espandere la loro influenza e ad approfondire la cooperazione, e diventeranno ulteriormente una delle forze più importanti nel promuovere la crescita economica mondiale e nel migliorare il governo del mondo.
L’espansione dell’adesione ai BRICS non solo contribuisce a promuovere l’apertura e l’inclusività della cooperazione, ma favorisce anche un ulteriore rafforzamento della voce dei Paesi in via di sviluppo attraverso la cooperazione Sud-Sud e la promozione della prosperità e della stabilità di ciascun membro della comunità internazionale.
I Paesi BRICS perseguono il concetto di cooperazione aperta e inclusiva e stanno attirando sempre più Paesi a partecipare – ciò dimostra ancora una volta che la grande iniziativa per costruire una comunità con un futuro condiviso per l’umanità è corretta e tempestiva. Il modello “BRICS+” arricchisce la connotazione della cooperazione tra i Paesi e i popoli, espande la rete di partenariato globale e rafforza la solidarietà e la cooperazione tra i predetti Paesi e ulteriori mercati. Il meccanismo di cooperazione BRICS si conforma al mondo con la tendenza allo sviluppo della multi polarizzazione e della globalizzazione economica, quindi si attende che i Paesi BRICS diano nuovi e maggiori contributi alla promozione della creazione di un nuovo ordine politico ed economico internazionale che sia più giusto, uguale, equo e democratico.
Tutto questo perché il meccanismo di cooperazione BRICS è un’importante piattaforma per la cooperazione. Quanto più il meccanismo di collaborazione BRICS si sviluppa, tanto più esso può rafforzare il potere della pace mondiale e dello sviluppo, e maggiormente sarà in grado di svolgere un ruolo più vasto nella salvaguardia degli interessi di tutti i Paesi compresi quelli dentro o fuori il gruppo e degli Stati in via di sviluppo.
Ultimamente la comunità internazionale ha prestato molta attenzione all’espansione dei BRICS. Dal 1° gennaio di quest’anno Arabia Saudita, Egitto, Emirati Arabi Uniti, Etiopia ed Iran sono diventati membri ufficiali dei BRICS e il numero degli Stati membri è aumentato da cinque a dieci. Dopo l’ampliamento, i BRICS acquisiranno maggiore qualità e peso e una maggiore cooperazione fra loro svolgerà un ruolo più importante nella promozione della pace e dello sviluppo nel mondo e della salvaguardia comune.

Commenti