HomeLa Riflessione

Ad Assisi il secondo Summit Internazionale di Pace organizzato dalla World Organization of Ambassadors

Ad Assisi il secondo Summit Internazionale di Pace organizzato dalla World Organization of Ambassadors

Un ossimoro si aggira per l’Europa: l’ambientalismo capitalista
CHI HA DIRITTO DI COMANDARE , CHI HA IL DOVERE DI UBBIDIRE
Largo a illiquidi e digital asset

È grande attesa per l’appuntamento del 21 e 22 maggio al secondo Summit Internazionale di Pace organizzato dalla World Organization of Ambassadors Europa.

Ad Assisi, luogo sacro per eccellenza per l’Italia e il Mondo intero, per essere stata la terra di San Francesco, si svolgerà il secondo Summit di Pace internazionale presso l’Hotel Domus Pacis.

Nuovo vertice di pace nel continente europeo, fortemente voluto dal Cancelliere Ambasciatore Giuseppe Prete, anche a seguito dell’aggravarsi del conflitto bellico tra la Russia e l’Ucraina.

Un evento mondiale a cui parteciperanno personalità diplomatiche internazionali.

L’evento avrà inizio giorno 21 per l’avvio dei lavori, e proseguirà giorno 22 con la celebrazione della Santa Messa presso la Chiesa di santa Maria degli Angeli , al cui termine non mancherà il saluto del Vescovo Ortodosso, ambasciatore in Germania. Sarà anche a disposizione una sala per il culto musulmano.

Si tratta solo del secondo evento internazionale, che vede questa grande organizzazione di Pace impegnata a diffondere un messaggio universale di tutela dei valori di base della vita umana che non possono prescindere dalla Pace globale e quindi dall’attuazione di interventi concreti diretti a tal fine. La Woa che ha sede primaria in Argentina.

Si deve trascendere ogni confine territoriale quando si vuole dare un impatto sul teatro delle operazioni globali. Così facendo la Woa decide di farsi parte attiva nella realizzazione di azioni dirette al conseguimento di obiettivi di Pace mondiali.

Per fare questo, la Woa si presenta al Mondo partendo dall’Europa, un evento che sarà osservato da tutto il panorama politico mondiale, per trasformarsi in una Ong creatrice di influenza trans continentale.

Tutti sono invitati naturalmente affinché siano parte e non più spettatori silenti, di questo cambiamento di paradigmi nel nostro comune villaggio globale che è il pianeta terra. Con queste parole anche il Dr. Martino R.S. Maure Canete; Presidente Internazionale WOA, manifesta il suo entusiasmo per questo momento di grande impatto mediatico e politico.

I lavori fervono ancora, ma tutto sarà pronto per giorno per la Conferenza di pace di Assisi in cui la Organizzazione mondiale degli Ambasciatori si ripresenterà al mondo diventando regista di nuove azioni, di nuove misure, di nuovi rapporti diplomatici per raggiungere con fatica, sudore e speranza, l’obiettivo della pace globale.

Un aiuto disinteressato, lontano dal voler essere al centro di semplici dibattiti, apparizioni e elogi inutili che nulla hanno a che vedere con l’azione, lo scendere in campo in prima persona e agire. Questo farà la Woa e questo è ciò per cui si stanno spendendo gli ambasciatori di Pace.

Commenti