HomeItalian Enterprises

Leonardo lancia a Roma il liceo digitale: è il primo in Italia. Lezioni di Robotica e di intelligenza artificiale

Leonardo lancia a Roma il liceo digitale: è il primo in Italia. Lezioni di Robotica e di intelligenza artificiale

Facce da pubblicità: ecco come il vostro volto serve al targeting
Meccatronica: un maxi hub in Sicilia per spingere l’ ecosistema nazionale
Energia da fusione, la scommessa di Eni. Ecco cos’è e come funziona

A lezione di intelligenza artificiale e robotica: nasce alla periferia di Roma, sotto l’ala di Leonardo, il primo ‘liceo digitale’, mette “competenze scientifiche e umanistiche insieme per il futuro”.

E’ l’istituto tecnico Carlo Matteucci a sperimentare, prima volta in Italia, un nuovo indirizzo scolastico denominato Liceo Digitale: iniziativa frutto  di una proposta della Fondazione Leonardo-Civiltà delle Macchine, e realizzata in sinergia con Leonardo, il ministero dell’Istruzione e l’Istituto scolastico”.
“Ci mancano mille tecnici digitali, voi sarete alcuni di questi tecnici”, dice ai ragazzi il presidente della Fondazione, Luciano Violante, presentando l’iniziativa nella scuola”.

“Leonardo è erede di una tradizione più che centenaria dell’industria italiana”, metterla a diretto contatto con la formazione nelle scuole – evidenzia il ministro dell’istruzione, Patrizio Bianchi, in un  videomessaggio, è “uno degli elementi più importanti nel ridisegno non solo della scuola ma della stessa società italiana”, un “ridisegno di un percorso ed il perno di una nuova impostazione educativa”.

L’anno scolastico del nuovo ‘liceo digitale‘ si apre con una presentazione, nella scuola, con i vertici di Leonardo e della Fondazione Leonardo. E’ il primo passo di una nuova esperienza con l’auspico che possa essere replicata “in modo capillare, in tutt’Italia”, dice il presidente di Leonardo, Luciano Carta.

Questa scuola formerà futuri dipendenti di Leonardo? “Certamente . Per noi pianificare le capacità di cui avremo bisogno è fondamentale”, risponde l’a.d. di Leonardo, Alessandro Profumo: “Una delle domande che che ci facciamo sempre è: quali sono le competenze di cui avremo bisogno tra dieci, venti, trenta anni? Di quali persone avremo bisogno per portare avanti il nostro successo? Robotica e intelligenza artificiale per noi sono fondamentali”, “Per supportare la transizione digitale e sviluppare le tecnologie del futuro occorre investire nelle competenze e nel potenziamento della formazione.

Un compito – dice ancora Alessandro Profumo – a cui Leonardo contribuisce da sempre attraverso la diffusione di una cultura dell’innovazione che in questo corso si traduce  in attività didattiche ed uno stage finale nella nostra azienda che avranno come filo conduttore l’intelligenza artificiale ed il linguaggio matematico, e che saranno arricchite da competenze umanistiche”.

Fonte: Repubblica

Commenti