HomeHabit & Renewable Energies

Esperimento svizzero: senza auto, ma con i mezzi pubblici gratis, un successo inaspettato

Esperimento svizzero: senza auto, ma con i mezzi pubblici gratis, un successo inaspettato

In Svizzera è stato svolto un esperimento, dove il 25% della popolazione ha deciso di vendere la propria auto, dopo averlo concluso. La sperimentazion

Accordo Ue-Usa sulle emissioni di metano
Banche italiane, irlandesi, inglesi tedesche e cinesi in ritardo sui cambiamenti climatici
Ue lancia rivoluzione packaging, riuso e vuoto a rendere

In Svizzera è stato svolto un esperimento, dove il 25% della popolazione ha deciso di vendere la propria auto, dopo averlo concluso. La sperimentazione, si è svolta nel Cantone di Berna, ed ha coinvolto all’ incirca 100 persone, le quali hanno dovuto lasciare per un mese le chiavi della propria auto, ricevendo in cambio un abbonamento gratuito e illimitato, destinato all’ uso dei mezzi pubblici, come treni, bus, tram, la bici elettrica e la possibilità di accedere al car- sharing.

L’ obiettivo dell’ esperimento, era quello di incentivare la popolazione all’ utilizzo della mobilità dolce: un fine che è stato raggiunto con ottimi risultati, dal momento che oltre un quarto delle famiglie che ha partecipato ha venduto la propria auto. Nello specifico 12 famiglie hanno rinunciato totalmente all’ auto, mentre 6 hanno ceduto la seconda che possedevano, prima dell’ esperimento.

A dare il via all’ esperimento è stata la startup ÖV42 di 42hacks, organizzazione no-profit che si occupa in Svizzera delle tematiche sul clima e sul cambiamento climatico, ha l’ obiettivo di colmare il divario tra le promesse mantenute e le proteste. La Svizzera dispone di una rete di trasporti molto moderna, ma nonostante ciò la popolazione continua a preferire l’ automobile. Il risultato, è che circa il 40% delle emissioni di co2 nell’ aria deriva dai trasporti, in particolare quelli a motore, come le auto private.

Al fine di comprendere meglio, come implementare l’ uso del trasporto pubblico in città la startup è ricorsa all’ intelligenza artificiale, perché grazie ad essa, è riuscita ad analizzare, i dati storici in tempo reale sulla mobilità, in particolare confrontando quelli del trasporto pubblico e privato e orari di punta del traffico.

I partecipanti al progetto denominato, 31 Days Challange hanno ricevuto costanti informazioni sulle spese che avrebbero sostenuto spostandosi con l’ auto e con i mezzi pubblici, ed è stata fornita loro la possibilità di vendere la propria auto. Il risultato è stato sorprendente, se il 90% dei partecipanti ha dichiarato di usare meno la propria auto, ben un quarto ha deciso di rinunciare completamente all’ auto, vendendola durante l’ esperimento o il mese successivo ad esso, scegliendo di acquistare un abbonamento annuale per i treni o una e-bike.

L’ iniziativa è stata interessante, è molto divertente ha confessato la co- fondatrice di 42hacks Jane P. Schmidt, infatti spiega, come molti partecipanti: “Abbiamo dichiarato di aver passato del tempo di qualità con e proprie famiglie, riscoprendo la città, pedalando intorno ad essa”. Inoltre, alcuni hanno addirittura, persino perso peso.

A cura di Monica Origgi

Commenti