HomeProblemi sociali

Quando la fiducia porta le delusioni

Quando la fiducia porta le delusioni

Gli angeli che si travestono da diavoli
Sale la fiducia dei consumatori italiani
Istat. A novembre fiducia di consumatori e imprese in calo

Ci chiediamo sempre se la fiducia può essere così facile, ma non è mai  facile fidarsi di qualcuno e si ha mai la certezza assoluta che quella persona sia sincera anche se, ci proviamo con i nostri sforzi non è mai così facile. E un po’ come, scalare una montagna molto alta all’ inizio sembra facile e poi iniziano le complicazioni più inaspettate perché a mano a mano che ci avviciniamo alla vetta diventa sempre più difficile essere sempre sicuri che ci sarà qualcuno sopra, che ti tenderà la mano per portarti in salvo.
La fiducia é come una cosa in cui, prima bisogna le fondamenta e capire se sono stabili e sicure per contenere le persone.
Molto spesso, diamo la fiducia a qualcuno che non ha posto in noi le stesse fondamenta solide che pensiamo, così finiamo per soffrire. A volte, non riusciamo a dare la nostra fiducia a qualcun’ altro e dunque ci chiudiamo a riccio ma non perché siamo stupide, ma perché dopo tante bastonate è  difficile dare la nostra completa fiducia a qualcuno che entra di nuovo dentro le fondamenta della casa.
Molto spesso le fondamenta non reggono la nostra delusione e il tutto si sbriciola davanti a noi, come sabbia scoprendo tutto quello che si nascondeva sotto ai nostri occhi.
A volte, crediamo alle favole che, poi si trasformano in delusioni, speriamo e aspettiamo, ma le persone non cambiano. Non esiste l’ amore e l’ amicizia, perché le persone non sono mai come vorresti, e anche con tutte le bacchette del mondo, non puoi trasformarle o migliorarle, perché saranno sempre così.
Per quanto male tu possa ricevere non è abbastanza, perché chi delude è già dietro l’ angolo ad aspettare una tua mossa falsa e aspetta che cadi e ti fai male, ma molte male fino a spezzarti le ossa e lasciarti a terra e arrivati a quel punto non hai nessuno per poterti rialzare perché tutti ti lasciano solo, ridendo di quello che stai passando e finisce per odiare persino te stessa, perché non ti rimane nulla che le tue lacrime.
Pensiamo che il dolore passi, ma le cicatrici restano e bruciano forte, fino a quando cerca di cancellarlo e dimenticare.
Si può odiare qualcuno che ci ha deluso perché non era come lo immaginavamo.

A cura di Monica e Tiziana Origgi

Commenti