HomeCommunication & Tecnologies

Un hub hi-tech per la filiera dell’ idrogeno: Deloitte lancia l’ acceleratore per le startup

Obiettivo il sostegno allo sviluppo di progetti industriali per la transizione ecologica e digitale. Via alla call per partecipare al programma

Un hub hi-tech per la filiera dell’ idrogeno: Deloitte lancia l’ acceleratore per le startup

Ecco perché la perdita di biodiversità è la nuova sfida della finanza sostenibile
Enel lancia bond da 3,5 miliardi, legato alla decarbonizzazione: boom di richieste
Le imprese italiane guadagnano posizione nel rating ambientale

Spinta allo sviluppo di soluzioni innovative per il consumo energetico. E’ questo l’obiettivo di Deloitte che attraverso la sua società Officine Innovazione lancia il GreenHydrogenTech Accelerator. Si punta a identificare progetti industriali in collaborazione con startup selezionate lungo tutta la value chain dell’idrogeno: dalla produzione al trasporto, dallo stoccaggio a un utilizzo creato attraverso energie rinnovabili. Via alla call per la partecipazione al programma.

Il progetto mette al centro l’idrogeno verde per una transizione guidata da un vettore energetico più pulito e sostenibile. Il GreenHydrogenTech Accelerator avrà il suo centro in Italia e si focalizzerà sullo sviluppo di progetti industriali concreti attraverso lo scouting internazionale delle startup, scaleup e dei progetti di ricerca più promettenti del settore, integrando la vision e le tecnologie di queste realtà emergenti con le competenze e gli asset forniti dai player partecipanti.

Il programma vede la partecipazione del gruppo Acea come main partner, l’Istituto Italiano di Tecnologia come Scientific Partner e l’Ecosystem Partner Smau.

Un progetto “trasversale” a più settori industriali

“Con il lancio del GreenHydrogenTech Accelerator attori di diversi settori industriali convergono per affrontare le sfide che ci attendono e ci accomunano – spiega Francesco Iervolino, Partner di Deloitte Officine Innovazione -, per un percorso di trasferimento tecnologico più efficace, e con il supporto non solo di Officine Innovazione ma anche degli esperti del network Deloitte in ambito green energy”.

“Un modello di consumo energetico come quello attuale, basato su combustibili fossili – dice ancora Iervolino – non è sostenibile nel lungo periodo e istituzioni e player internazionali stanno guardando a nuove forme di energia più pulite per risolvere problemi globali, dal cambiamento climatico alla diminuizione della biodiversità. Per accelerare questa transizione energetica e sviluppare soluzioni concrete è necessario investire nell’innovazione e creare un ecosistema coeso e innovativo tra attori della stessa value chain con una visione comune”.

“La partecipazione di Acea al programma GreenHydrogenTech Accelerator rappresenta un’altra tappa nella nostra strategia di Open Innovation e di Transizione Ecologica – dice Silvia Celani, responsabile Innovation del Gruppo Acea -. L’obiettivo è quello di coinvolgere startup innovative nazionali e internazionali in ottica di scouting e sperimentazione per lo sviluppo di soluzioni innovative per la Energy Transition”.

Il programma del GreenHydrogenTech Accelerator

Due i momenti principali in cui sarà articolato il programma: si articolerà in due momenti principali.

Innanzi tutto la Call4Startup: le candidature da parte di startup, scaleup e progetti di ricerca saranno aperte dal 3 marzo 2022 fino al 5 maggio 2022, sul sito web è disponibile il riferimento per candidarsi e i 9 trend di innovazione green hydrogen su cui si articola la ricerca.

Un roadshow digitale accompagnerà questa prima fase e permetterà alle startup, scaleup e ai progetti di ricerca più promettenti di incontrare il team del GreenHydrogenTech Accelerator e valutare se le soluzioni proposte rispondono alle esigenze dei player partecipanti.

Il secondo momento riguarda la selezione: a seguito della Call4Startup verranno analizzate le candidature e identificate le soluzioni innovative su cui definire dei progetti industriali che possano beneficiare delle competenze delle aziende, dei centri di ricerca e dell’ecosistema innovativo.

Il programma si concluderà con l’annuncio dei vincitori e la loro presentazione durante l’evento finale. I vincitori potranno usufruire di una sessione congiunta di mentorship dagli esperti Deloitte e dal team del Gruppo Acea per valutare tecnologie e business model e definire le successive fasi di sviluppo anche attraverso progetti industriali assieme ai player partecipanti.

Fonte: Corrierecomunicazione.it

Commenti