HomePortualità e Marittimo

Per il ribaltamento di Fincantieri a Sestri Ponente in corso le simulazioni di navigabilità

Nello Ship Simulation Centre di HR Wallingford, nel Regno Unito, verranno condotte 27 prove sul modello di navi da 380 e 315 metri di lunghezza

Per il ribaltamento di Fincantieri a Sestri Ponente in corso le simulazioni di navigabilità

Leonardo sottotono, Oto Melara rinviata a settembre. Esulta Fincantieri
Fincantieri, primo semestre in forte crescita
Fincantieri inizia la costruzione della prima FREMM per l’US Navy

Sono in corso allo Ship Simulation Centre di HR Wallingford, nel Regno Unito, le simulazioni di navigabilità per verificare in tempo reale l’esecuzione in sicurezza delle manovre di varo e movimentazione delle navi costruite all’interno di quello che sarà il nuovo super bacino di carenaggio di Fincantieri a Sestri Ponente. A darne notizia l’Autorità di Sistema Portuale del Mar Ligure Occidentale. Le 27 prove condotte in questi giorni permetteranno nel dettaglio di simulare manovre con due tipi di nave, da 380 e 315 metri di lunghezza e – ha spiegato Marco Vaccari, responsabile unico del procedimento – con due diverse condizioni di pescaggio, ovvero prima e dopo l’allestimento. Verranno inoltre valutate condizioni con unità autopropulse o trainate da rimorchiatori (fino a 4, con tiro di 70 tonnellate), nonché in situazioni di emergenza. Nel centro verranno in aggiunta condotte verifiche sul modello fisico della sala pompe, in cui verranno gestite le operazioni di riempimento e svuotamento della vasca.

Nel frattempo, segnala sempre l’AdSP, procede anche l’iter autorizzativo del progetto. Il Comune di Genova ha infatti approvato con prescrizioni il piano di caratterizzazione ambientale presentato dall’authority a seguito del parere favorevole espresso dalla Conferenza dei servizi. Il procedimento riguarda il nuovo piazzale industriale e il nuovo bacino di carenaggio, per una superficie di circa 70 mila metri quadrati e prevede la riconfigurazione dell’area con lo scavo e la rimozione di circa 175 mila metri cubi di materiale, prevalentemente sedimento marino, che saranno oggetto di sondaggi, carotaggi e analisi. Il piano prevede anche il monitoraggio delle acque sotterranee.

Fonte: Shipping Italy

Commenti