HomePortualità e Marittimo

Genova: il progetto del Polo Nautico di Levante incassa l’ok della Commissione di Gestione

Genova: il progetto del Polo Nautico di Levante incassa l’ok della Commissione di Gestione

Al via la gara per il rimorchiatore: 411,9 mln in 15 anni e 13 mezzi
Porto di Genova: la svolta green comincia da fotovoltaico e banchine elettrificate
Hapag-Lloyd: sempre più vicine le nozze con Spinelli
Nel porto di Genova il Comitato di Gestione ha deliberato a favore dello sviluppo del progetto del Polo nautico di levante presentato da North Sails, Gatti, Genoa Sea Service e Consorzio Assistenza Nautica, attraverso l’istanza congiunta di concessione di un’area di circa 3 mila mq per la durata di 25 anni.
Con un piano di investimenti da oltre 7,6 milioni di euro, in un arco di tempo tra i 24-27 mesi, è prevista la costruzione di un nuovo modulo che ospiterà al piano terra due cantieri navali dedicati alle attività di GATTI e GSS, e al piano superiore i locali destinati alle attività di veleria e riparazione vele svolte da North Sails che avrà a disposizione anche delle aree a livello strada adibite a magazzino.Il Comitato di Gestione ha inoltre deliberato in merito al rilascio, rinnovo e sospensione di concessioni provvisorie e titoli demaniali, autorizzazioni ex art. 24, ex art. 45 bis. e 46.
In particolare, con riferimento agli interventi del Programma straordinario in attuazione nel Porto di Genova, ha espresso parere favorevole alle sospensioni parziali e temporanee delle concessioni in capo a Porto Antico di Genova Spa e ad Amico & Co. Srl, per motivi di pubblico interesse relativi alla realizzazione della Nuova Torre Piloti, e a Stazioni Marittime Spa per consentire gli interventi di ripristino di Calata Zingari.

A sua volta, Stazioni Marittime ha presentato richiesta di autorizzazione a procedere con opere preventive di adeguamento dell’accosto 17 di Ponte Colombo per assicurare il collegamento tra Genova e Tunisi che altrimenti potrebbe essere interferito dai lavori di consolidamento e potenziamento di Ponte dei Mille attualmente in corso.

Inoltre, ai sensi dell’art. 21quater della l. 241/1990, il Comitato ha deliberato a favore di revoche e sospensioni temporanee di concessione interferenti con l’attuazione degli interventi relativi alla Nuova viabilità portuale di Sampierdarena e al riassetto del sistema di accesso alle aree operative del bacino portuale di Pra’.

Infine, per quanto concerne gli indennizzi previsti dall’art.199 Legge 77/20 e i contributi di cui all’art.17 comma 15 bis della Legge 84/94, sono stati riconosciuti a favore dalla Compagnia CULP “Pippo Rebagliati” S.c.a.r.l. rispettivamente euro 84.330 relativi alle minori giornate registrate nel periodo da gennaio a novembre 2021, ed euro 331.441,90 relativamente ai costi sostenuti nel periodo agosto-dicembre 2021 per il reimpiego in altre mansioni del personale non idoneo allo svolgimento delle operazioni e servizi portuali, e per la formazione.

SAVONA-VADO

Nel compendio del porto di Savona-Vado il Comitato di Gestione ha inoltre deliberato a favore dell’ampliamento dell’area in concessione al Savona Terminal Auto, che sarà ampliata di ulteriori 26.421,00 mq circa. Il progetto è rivolto alla valorizzazione del compendio, sia a favore dello sviluppo e della movimentazione del Terminal ma anche a beneficio della viabilità pubblica.

Inoltre l’organo collegiale ha approvato l’iscrizione nel Registro ex art. 68 del codice della navigazione di sei imprese che svolgono attività industriali, artigianali e commerciali: Royal Marine, F.B. Steel, Nautica Maffei, Luninav, Cosnav e Cogni.

Fonte: Corrieremarittimo.it

Commenti