HomeMercato finanziario

Piazza Affari e spread poco mossi con approccio equilibrato di De Guindos

Borse europee in leggero rialzo, come i future di Wall Street, non Londra chiusa per festività. Come nelle attese Dbrs ha confermato il rating BBB (high) sull'Italia e il trend negativo. Per il vice presidente della Bce l'eventuale ritiro delle misure straordinarie dovrà andare di pari passo con l'evoluzione dell'economia e della campagna vaccinale. Attive sul primario la Francia e la Germania, entrambe sul tratto brevissimo della curva

Piazza Affari e spread poco mossi con approccio equilibrato di De Guindos

Wells Fargo hit with class action lawsuit over sales practices
Prezzo petrolio in caduta, il Brent scende a $66,8. I motivi
Oil rises on falling U.S. crude stocks, demand hope on stimulus

Borse europee in leggero rialzo in avvio di seduta (+0,38% il Dax, +0,22% il Cac40 e +0,06% a 24.156 punti il Ftse Mib), mentre oggi Londra, così come i mercati cinesi e giapponesi, è chiusa per festività. I future di Wall Street scambiano in leggero rialzo: +0,38% il Dow Jones e +0,36% l’S&P500. “I dati sui Pmi dovrebbero sostenere modesti guadagni” in Europa, ha segnalato Jeffrey Halley, Senior Market Analyst di Oanda, evidenziando come le rilevazioni asiatiche siano state “positive e dovrebbero calmare un po’ i timori sulla ripresa che hanno penalizzato l’area di recente” a causa della pandemia da Covid-19.

Secondo gli ultimi conteggi Reuters, a livello globale le vittime da coronavirus sono 3,36 milioni e i contagi oltre 152 milioni. Nuovo record di decessi ieri in India: 3.689 in 24 ore. I numeri portano la più grande democrazia mondiale, nonché primo produttore mondiale di vaccini, al quarto posto per numero di morti in termini assoluti, 215.000, dietro a Stati Uniti, Brasile e Messico.

Lo spread Btp/Bund riparte stabile da quota 110 punti base, scende allo 0,845% il tasso del Btp decennale (all’1,626 % quello del Treasury a 10 anni) dopo che venerdì scorso, come nelle attese, l’agenzia Dbrs ha confermato il rating BBB (high) sull’Italia e il trend negativo. “La pandemia”, ha spiegato Dbrs, “continua a pesare sulle finanze pubbliche del Paese e sulle prospettive di crescita”.

Attive questa mattina sul primario la Francia (offre 2,4-2,8 miliardi di Btf 4/8/2021, 1,3-1,7 miliardi 22/9/2021 e 1,7-2,1 miliardi 21/4/2022) e la Germania (offre 3 miliardi di Bubill 25/8/2021 e 3 miliardi di Bubill 23/2/2022), entrambe sul tratto brevissimo della curva. Resta da settimane elevata l’attenzione sull’andamento degli acquisti Qe, ma soprattutto Pepp, da parte della Bce.

Insieme alla consueta statistica settimanale Francoforte, ha ricordato Reuters, comunica anche l’aggregato mensile di aprile, che nel caso della carta italiana andrà confrontato con i 2,791 miliardi sottoscritti a marzo. L’Istituto centrale europeo ha da tempo annunciato un’accelerazione degli acquisti proprio a partire dal secondo trimestre.

“È chiaro che la normalizzazione della politica monetaria deve andare in parallelo con quella dell’economia”, ha affermato in un’intervista a Repubblica il vice presidente della Bce, Luis De Guindos. “L’eventuale ritiro di queste misure straordinarie dovrà andare di pari passo con l’evoluzione dell’economia, su questo dobbiamo essere estremamente attenti. Qualsiasi accelerazione correrebbe il rischio di strangolare la ripresa. D’altro canto, prolungare troppo le misure emergenziali porta rischi di azzardo morale, ma anche di una zombificazione di parti dell’economia europea. Abbiamo bisogno di un approccio equilibrato”.

Per De Guindos “se, grazie alla velocizzazione delle campagne di vaccinazione, avremo il 70% della popolazione adulta in Europa vaccinata durante l’estate, se l’economia comincerà ad accelerare”, si potrà pensare a un rientro graduale dall’emergenza anche dal lato della politica monetaria. Meno del 30% della popolazione del blocco finora ha ricevuto la prima dose del vaccino contro il Covid-19. Secondo gli esperti il raggiungimento del 70% della popolazione completamente vaccinata è improbabile prima della fine di luglio, con fine agosto vista come una scadenza più realistica.

Fonte: www.milanofinanza.it

Commenti