HomeMercato finanziario

L’Oro frena la corsa. Le cause e le prospettive future del metallo prezioso

L’Oro frena la corsa. Le cause e le prospettive future del metallo prezioso

Piazza Affari scommette su Unicredit-Mps. Tonfo di Saipem
London stock exchange shareholders vote on merger deal under Brexit cloud
Piazza Affari: ecco una banca con un dividendo strepitoso

L’oro torna sotto i riflettori dopo il crollo dei prezzi delle ultime ore. Il metallo prezioso dopo aver raggiunto i massimi degli ultimi due mesi a 1.220 dollari l’oncia, ha subito invertito la rotta riportandosi a ridosso dei 1.200 dollari questa mattina.

Che cosa ha frenato la corsa dell’oro?

Per capire cosa ha causato il crollo del prezzo dell’oro è necessario analizzare la situazione attuale.

La prima causa è da ricercarsi dalle prese di beneficio sull’oro dopo aver raggiunto un livello di resistenza importante a 1.220 dollari l’oncia.

Altro fattore che ha indebolito il metallo prezioso è il Dollar Index, risalito fino a 100,43 punti, dai 99,93 punti della precedente chiusura.Tra l’oro e dollaro c’è una correlazione negativa, un dollaro più forte penalizza il metallo giallo, che è denominato nel biglietto verde, perché lo rende più caro per chi possiede altre valute.

Le prospettive future del metallo prezioso

Al momento non bisogna parlare di crisi dell’oro, il prezzo dell’oro si trova oggi sopra ai 1.200 dollari l’oncia, ma potrebbe risalire presto beneficiando dei timori legati alle elevate valutazioni di titoli azionari e dei rischi politici in Europa. Il trend rialzista dell’oro potrà essere confermato nel momento in cui i prezzi dovessero superare il range tra 1.220 e 1.225 dollari l’oncia. Fino a quel momento consigliamo prudenza.

Attenzione anche al biglietto verde, al momento il dollaro si è preso una pausa a causa dei dubbi dei mercati sull’abilità di Donald Trump di spingere la crescita economica, ma è probabile che nelle prossime settimane, anche a causa delle decisioni della Fed, possa ritornare a correre, penalizzando l’oro.

In un’ottima di lungo periodo gli analisti ritengono che il prezzo dell’oro scenderà nell’intero 2017 dell’8% per quotare in media a 1.150 dollari l’oncia.

Analisi tecnica e livelli di prezzo importanti

Durante le ore di trading di ieri, l’Oro ha ridotto il suo valore da 1.21843 a 1.208,62 dollari l’oncia. Questa mattina il metallo prezioso si trova sopra quota 1.204 dollari, in prossimità di un livello di supporto importante a 1.200 dollari l’oncia.

Se il metallo prezioso dovesse continuare a scendere rompendo il supporto a 1.200 dollari, cercherà di raggiungere il prossimo supporto a 1197 dollari e in caso di ulteriore rottura, il trend al ribasso continuerà verso 1.188 dollari l’oncia.

Se il prezzo dell’oro dovesse invece tornare a crescere rompendo il livello di resistenza tra 1.215 e 1.217 dollari, il prossimo livello importante è a 1.225 dollari l’oncia e, se il trend continua, il prossimo livello importante è a 1230 dollari l’oncia.

 

doveinvestire.com

 

Commenti