HomeMercati internazionali

Google, Disney, Microsoft e Salesforce i quattro nomi più accreditati per acquistare il social network, che vale tra 14 e 18 miliardi

Google, Disney, Microsoft e Salesforce i quattro nomi più accreditati per acquistare il social network, che vale tra 14 e 18 miliardi

I mercati finanziari attendono le decisioni sulle politiche monetarie di USA, Regno Unito e Giappone
Here’s what happens if you own a share of a Chinese company that gets delisted
Borsa: Milano in rialzo con Nexi, WeBuild e banche, giù Eni

1467820596_1467804913_twitter-bird-dollars-hed-2014_0

Una corsa a quattro. Google, Salesforce, Microsoft e Disney sono i corteggiatori di Twitter più accreditati. Quattro profili diversi, finiti sotto la lente di Goldman Sachs, la banca d’affari a cui il social network dei 140 caratteri ha affidato la pratica della vendita. Di nomi ne sono stati fatti tanti.

Sull’arca dei possibili acquirenti di Twitter non manca nessuno: oltre ai quattro citati, anche Facebook, Apple, le compagnie di telecomunicazioni Verizon e Comcast, il gigante di cinema e televisione 21st Century Fox, fondi di private equity. Persino i giganti cinesi del web.

Il sito statunitense Recode ha stilato una classifica dei pro e contro dei profili di ciascun compratore. Lo ha fatto il 14 settembre, nove giorni prima che la Cnbc accendesse i riflettori sulle manovre per acquistare il social network fondato da Jack Dorsey, riferendo di proposte di interesse giunte ai piani alti di Twitter da Salesforce e Google.

È interessante osservare che ci siano possibili acquirenti molti diversi l’uno dell’altro – osserva Marta Valsecchi, direttore dell’Osservatorio Internet Media del Politecnico di Milano -. Twitter è un social con specificità forti. È una community ibrida, a cavallo tra il mondo consumer più consumer di Facebook e quello business di Linkedin. Ha una miniera di dati degli utenti, elemento sempre più importante in un mercato data driven, come la pubblicità. Ha una forte integrazione con i media più classici”.

Sono sfumature che rendono la creatura di Dorsey appetibile a molti.

weird.it

 

Commenti