HomeMade in Italy

Gruppo FS vince Premio RFK Italia 2023 per un progetto di inclusione sociale

FS è stata premiata per il progetto “Mi riscatto per il futuro” che ha l’obiettivo di favorire l’istruzione, l’orientamento e la formazione professionale dei detenuti

Gruppo FS vince Premio RFK Italia 2023 per un progetto di inclusione sociale

Fonte: Firstonline.it Il Gruppo FS è stato premiato a Milano durante il Be the Hope, il gala annuale dell’organizzazione no profit RFK Human Rights

Gruppo FS: rafforza la presenza in Germania con l’ acquisizione di Exploris
Gruppo Fs, Rfi aggiudica 3,7 miliardi di lavori nel Sud Italia finanziati anche con il PNRR
Gruppo FS e il progetto MORE: definire modelli predittivi e spostamenti sostenibili

Fonte: Firstonline.it

Il Gruppo FS è stato premiato a Milano durante il Be the Hope, il gala annuale dell’organizzazione no profit RFK Human Rights Italia, con il Premio Robert F. Kennedy Human Rights Italia 2023.

Questo riconoscimento viene assegnato ogni anno a persone, istituzioni e organizzazioni che si sono particolarmente distinte nella difesa dei diritti umani, seguendo l’eredità morale del Senatore Robert F. Kennedy.
A ritirare il premio è stato Adriano Mureddu, Chief Human Resources Officer del Gruppo FS. A partecipare alla serata c’era anche la figlia del Senatore e Presidentessa Onoraria di RFK Italia, Kerry Kennedy.

Premiato il progetto di FS “Mi riscatto per il futuro”

FS è stato premiato per il progetto “Mi riscatto per il futuro” che ha l’obiettivo di favorire l’istruzione, l’orientamento e la formazione professionale dei detenuti. Il progetto è frutto di un accordo stipulato tra il Gruppo FS e il Ministero della Giustizia.

L’accordo ha permesso l’assunzione di cinque detenuti della Casa di Reclusione di Milano Opera da parte di Trenitalia e Rete Ferroviaria Italiana, mediante contratti a tempo determinato.

Ferraris, FS: “orgogliosi di questo premio”

“Siamo profondamente orgogliosi per questo prestigioso riconoscimento che premia Mi riscatto per il futuro, un progetto nato dalla collaborazione con il Ministero della Giustizia e il Dipartimento dell’Amministrazione Penitenziaria per ribadire l’importanza di una pena riabilitativa e rieducativa, in una prospettiva di reinserimento sociale. Ad oggi, già i primi cinque detenuti della Casa di Reclusione di Milano Opera lavorano all’interno dei nostri uffici e delle nostre stazioni: l’obiettivo è coinvolgere un numero sempre maggiore di penitenziari” è stato il pensiero dell’Amministratore Delegato del Gruppo FS Luigi Ferraris, intervenuto nel corso della serata con un videomessaggio.

Commenti