HomeLa Riflessione

PAOLA BERGAMO ELETTA COORDINATRICE NAZIONALE DEI LIBERALDEMOCRATICI ITALIANI

L’Assemblea Nazionale tenutasi a Roma, il 25 maggio, ha eletto Paola Bergamo Coordinatrice Nazionale dei Liberaldemocratici Italiani.

PAOLA BERGAMO ELETTA COORDINATRICE NAZIONALE DEI LIBERALDEMOCRATICI ITALIANI

  Per Gentile Concessione del Nuovo Giornale Nazionale.it Paola Bergamo, imprenditrice veneziana e presidente del Centro St

Liberaldemocratici italiani: 25 maggio assemblea nazionale per rilanciare il progetto politico
Bando alle illusioni in politica estera
MES

 

Per Gentile Concessione del Nuovo Giornale Nazionale.it

Paola Bergamo, imprenditrice veneziana e presidente del Centro Studi MB2, esperta di comunicazione e relazioni internazionali, è certamente un volto nuovo della politica italiana, peraltro balzata agli onori delle cronache nazionali proprio alle ultime elezioni politiche dove, da indipendente nelle file del Terzo Polo, ha ottenuto un eccellente risultato in Veneto.

E’ quanto si legge nella nota diffusa dai Liberaldemocratici Italiani, che hanno come obiettivo quello di “sviluppare un modo di fare politica nuovo, evitando ogni forma di dogmatismo ideologico, senza mai disattendere i valori liberal democratici repubblicani e riformisti ai quali ci ispiriamo”.

Nella nota Paola Bergamo dichiara: “Occuparsi di politica non è solo affrontare le contingenze quotidiane, ma saper immaginare e disegnare la società civile, lavorando al presente e con sguardo rivolto al futuro.  Principi informatori dei liberaldemocratici -aggiunge- sono: l’individuazione delle necessità e trovare soluzioni secondo equità e giustizia, con attenzione al sociale e allo sviluppo, congiuntamente al rispetto della libertà dell’individuo e della democrazia”.

E la nuova coordinatrice nazionale dei Liberaldemocratici Italiani fa un preciso riferimento alle distonie del sistema politico italiano che hanno “allontanato il cittadino dalla politica, come testimoniano le percentuali di voto”.

Paola Bergamo ha quindi sottolineato come “debba essere restituito proprio al cittadino il suo potere decisionale, ridando così vigore e nuova linfa al sistema democratico”.

Dopo aver dichiarato prioritario un piano di reindustrializzazione dell’Italia, sempre in un’ottica di interdisciplinarietà con le politiche del lavoro e energetiche, Paola Bergamo ha poi posto l’accento “sull’importanza  del rilancio dell’agricoltura, che peraltro oggi può avvalersi dell’impiego della tecnologia, e che automaticamente implica  la tutela dell’ambiente, verso il quale non deve esserci un’ azione ostativa. Come pure non può essere accettabile che, in nome di ideologie integraliste, si deturpino monumenti e il patrimonio architettonico-culturale”. Infine Paola Bergamo ha sottolineato come sia necessario operare affinché si riconosca il ruolo che l’Italia può svolgere come ‘Capitale’ economica europea del Mediterraneo, in quanto naturale ponte economico-culturale, non ultimo energetico.

Oltre al Coordinatore Nazionale Paola Bergamo, nel corso dell’assemblea sono stati eletti Presidente Ciro Palmieri, Vicepresidenti Augusto Vasselli e Carla Ceretelli, Vicecoordinatore Nazionale Paolo Falconio.

 

Commenti