HomeItalian Enterprises

Oscar di Bilancio 2023, tra le big quotate vince Poste Italiane. Ma il campione della Generazione Z è Leonardo

Il premio organizzato da Ferpi, Borsa italiana e Università Bocconi è arrivato alla 59 esima edizione. Tra le aziende selezionate anche Iren, Fideuram, Chies

Oscar di Bilancio 2023, tra le big quotate vince Poste Italiane. Ma il campione della Generazione Z è Leonardo

Fonte: Milano Finanza.it Poste, Leonardo, Iren. E ancora Fideuram, Fondazione Cariplo ma anche il Comune di Bologna. Sono alcuni degli enti e delle a

Tracking Clean Energy Progress 2023
Bond: tornano in scena nel 2023
Trovato l’accordo sulla terza rata del Pnrr, 35 miliardi complessivi per il 2023

Fonte: Milano Finanza.it

Poste, Leonardo, Iren. E ancora Fideuram, Fondazione Cariplo ma anche il Comune di Bologna. Sono alcuni degli enti e delle aziende premiati nella 59 esima edizione degli Oscar di Bilancio, il premio organizzato da Ferpi, Borsa italiana e Università Bocconi (con Giffoni Innovation Hub come media partner 2023) che rende merito alle aziende che rendono pubblici i loro risultati con gli stakeholder.

Tutti i premiati della 59 esima edizione

Tra le grandi imprese quotate il premio è andato a Poste Italiane. Mentre tra le big non quotate ha vinto Sofidel, specializzata nella produzione di carta per uso igienico e domestico. Il Premio Speciale “Generazione Z” di Giffoni Innovation Hub, invece, è andato a Leonardo. Ecco tutti i vincitori delle 14 categorie degli Oscar di Bilancio 2023.

 

Grandi imprese quotate: Poste italiane;

Grandi imprese non quotate: Sofidel;

Utility o multi-utility quotate e non: Iren;

Medie e piccole imprese quotate: Innovatec;

Medie e piccole imprese non quotate: Oropan;

Imprese finanziarie: Fideuram – Intesa Sanpaolo private banking;

Società benefit: Chiesi;

Istituzioni pubbliche e associazioni di rappresentanza: Comune di Bologna;

Fondazioni di erogazione: Fondazione Cariplo;

Imprese sociali e associazioni non profit: Fondazione Progetto Arca;

Premio speciale “Comunicazione”: Fondazione ospedale pediatrico Anna Meyer ets;

Premio speciale “Dichiarazione non finanziaria”: Banco Bpm;

Premio speciale “Integrated reporting”: A2a;

Premio speciale “Generazione Z”: Leonardo.

Leonardo campione della Generazione Zeta

Battute le altre due finaliste –  Enel e Save the Children –  Leonardo ha vinto il Premio Speciale “Generazione Z” assegnato da Giffoni Innovation Hub «per aver reso la rendicontazione finanziaria comprensibile alle nuove generazioni grazie a diverse intuizioni», si legge nelle motivazioni del premio, «prima tra tutte quella di accompagnare al Bilancio integrato non solo una sintesi che risulta chiara nel racconto di tutti i progetti, gli obiettivi e i risultati raggiunti nel 2023, ma anche di aver utilizzato video e web series per renderlo più accattivante agli occhi della Gen Z. Un nuovo modo di comunicare con i giovani in maniera coinvolgente che sicuramente potrà essere d’esempio per molte altre aziende».

Il premio “Generazione Z”di Giffoni Innovation Hub è andato ad affiancarsi a tre Premi Speciali ormai consolidati nella tradizione dell’Oscar di Bilancio: “Comunicazione della sostenibilità”, “Dichiarazione non finanziaria” e “Integrated Reporting. «Giffoni Innovation Hub promuove azioni che mettono i giovani come i primi stakeholder nella sostenibilità aziendale e premia le aziende che consapevolmente ascoltano, interagiscono e comunicano alle nuove generazioni il loro impegno a salvaguardare il pianeta», ha commentato Luca Ruju, General Manager di Giffoni Innovation Hub

Commenti