HomeItalian Enterprises

L’ impatto delle startup nel mercato del lavoro

L’ impatto delle startup nel mercato del lavoro

Nonostante le startup innovative siano state colpite dalla crisi ucraina e dalla pandemia; le aziende che hanno investito nelle assunzioni sono comunq

Trapianti, un nuovo metodo rende gli organi ‘universali’
Pagamenti in criptovalute? Forse manca poco. Le novità Mastercard
Fincantieri: costruirà quattro navi per un nuovo cliente Edda Wind

Nonostante le startup innovative siano state colpite dalla crisi ucraina e dalla pandemia; le aziende che hanno investito nelle assunzioni sono comunque riuscite a gestire questa profonda crisi economica.

Queste aziende hanno raggiunto la quota di 14 mila. Una ricerca condotta da Italian Tech Alliance, giunta alla seconda edizione approfondisce i dati relativi l’ occupazione e il mercato del lavoro nelle startup innovative.

Incremento delle assunzioni

Dai dati della ricerca emerge come il 2021 rappresenti un anno record per le assunzioni, il cui dato raggiungerebbe il 78,5% delle aziende intervistate che ha portato un incremento che ha toccato il livello dell’ 8,5% in più rispetto al 2020.

Un dato interessante si riscontra dal fatto che circa un terzo delle aziende che hanno puntato su un incremento delle risorse, ha rilevato una crescita dell’ organico pari o superiore al 50%.

Il mercato del lavoro nelle startup

Le occupazioni più richieste sono gli ingegneri e la media dell’ età nelle startup si aggira intorno ai 36 anni.

Per quanto riguarda l’ occupazione femminile almeno il 65% ha almeno una donna all’ interno del suo management, un dato che è ancora migliorabile ma è sicuramente incoraggiante rispetto al 2020.

Talenti internazionali

Un dato ulteriormente interessante è la presenza di risorse provenienti dall’ estero che, corrisponde a una percentuale intorno al 40%, maggiormente presenti nel Nord Italia, dove si concentra la maggior parte delle risorse.

I vantaggi delle startup

Da questa ricerca, si evince come le startup innovative continuano a creare forza lavoro e a investire nel talento delle persone e nelle loro capacità.

Occorre, migliorare la presenza femminile nei management, che risulta essere ancora troppo bassa ma è sicuramente in netto miglioramento rispetto ai dati del 2020, dove la percentuale delle donne era decisamente bassa.

 

 

Commenti