HomeCommunication & Hi-Tech

La “foglia” fotovoltaica è più efficiente perché copia la natura

Una nuova tecnologia fotovoltaica a basso costo, ispirata alla forma delle foglie, promette di dare un'accelerata alla transizione energetica in tutto il mondo.

La “foglia” fotovoltaica è più efficiente perché copia la natura

Fonte: Focus.it C'è un motivo se in natura le foglie hanno una determinata forma e struttura: ed è sia evoluzionistico sia funzionale. A questo

Pollen-based ‘paper’ holds promise for new generation of natural components
A PROPOSITO DI GUERRA, ARMAMENTI, ENERGIA
Venezia capitale della sostenibilità, voto sulla Fondazione in Consiglio. L’affondo

Fonte: Focus.it

C’è un motivo se in natura le foglie hanno una determinata forma e struttura: ed è sia evoluzionistico sia funzionale. A questo hanno pensato i ricercatori dell’Imperial College di Londra quando hanno avuto l’idea di PV-leaf, una nuova tecnologia fotovoltaica ispirata alla forma delle foglie. I pannelli convenzionali riescono a catturare dal 10% al 25% dell’energia solare, convertendola in elettricità ma lasciandone la maggior parte inutilizzata.

Il problema è che, soprattutto nel corso delle calde giornate estive, tutta questa energia in eccesso tende a surriscaldare i sistemi, che devono essere rinfrescati tramite flussi d’acqua o d’aria. Quindi, oltre al dispendio di energia supplementare, ne risente anche l’efficienza stessa delle celle.

ISPIRAZIONE BOTANICA. Gli scienziati britannici hanno perciò cercato di ripensare all’architettura dei pannelli in modo che questi potessero generare elettricità, calore e acqua pulita, accrescendo anche l’efficienza. Per compiere quest’impresa hanno cercato ispirazione nelle piante, che svolgono questo lavoro quotidianamente.

Commenti