HomeAgriculture, Automotive, Texiles, Fashion & Other

Smart clothes. Energia rinnovabile dai tessuti: il fotovoltaico diventa indossabile

Smart clothes. Energia rinnovabile dai tessuti: il fotovoltaico diventa indossabile

I dispositivi indossabili, così come li conosciamo oggi, sono destinati a essere assorbiti dagli abiti. Ma non basta! Arriva, infatti, dal Giappone un

Luce blu: perché fa male e cosa possiamo fare per proteggerci
Crescono le case editrici. Da Aie un aiuto per la formazione
Hilter cambiò la matematica

I dispositivi indossabili, così come li conosciamo oggi, sono destinati a essere assorbiti dagli abiti. Ma non basta! Arriva, infatti, dal Giappone una nuova tecnologia fotovoltaica applicabile al settore tessile. Il nuovo sistema di celle fotovoltaiche è indossabile, lavabile e flessibile. Inoltre, tale sistema fotovoltaico può avere applicazioni interessanti anche in campo medico per prevenire problemi di salute. wearable.

Arriva l’era degli Smart Clothes!
Il futuro dell’abbigliamento passa dai sensori: dispositivi tecnologici, come fitness tracker, sportwatch e smartwatch stanno diventando sempre più parte integrante dei nostri vestiti.
A tutti gli effetti, wearable devices.
 
Il mercato ha già visto l’esordio, per esempio, di maglie della salute o maglie tecniche e calzini che integrano i dispositivi indossabili, rendendoli più precisi, funzionali e versatili.
Ma l’innovazione tecnologica non si ferma e importanti novità si affacciano per il mercato tessile.
 
Al via una rivoluzione energetica per i nostri vestiti.
Come è noto, le applicazioni del fotovoltaico sono molteplici, nonostante sia la fonte di energia rinnovabile più matura, l’energia fotovoltaica continua ad essere la più utilizzata e sfruttata in diversi ambiti.
Basti pensare alle applicazioni di piccole celle fotovoltaiche nelle finestre, nelle tende di casa o nelle carte da parati per ricavare energia pulita dalla luce presente nelle case o negli uffici.
E, a rivoluzionare drasticamente il mondo tessile, arriva ora dal Giappone una scoperta sensazionale: il fotovoltaico diventa applicabile anche ai capi di abbigliamento.
Un gruppo di scienziati appartenenti al centro di ricerca scientifica Riken Center for Emergent Matter Science e all’Università di Tokyo ha infatti messo a punto un sistema di “fotovoltaico indossabile e lavabile”.
Il gruppo di ricerca ha studiato la creazione di un sistema di celle fotovoltaiche indossabili incorporati nei vestiti che ci consentiranno di produrre energia pulita e rinnovabile, semplicemente indossandoli.
Energia solare per l’abbigliamento.
Si tratta di una rivoluzione straordinaria per il settore tessile e delle energie rinnovabili: i tessuti saranno in grado di fornire green energy  ricavata dal sole, anche dopo essere stato lavati con acqua, stesi, stirati e compressi.
Dagli esperimenti effettuati dai ricercatori i device fotovoltaici ultrasottili e flessibili incorporati nei vestiti sono in grado di generare energia rinnovabile producendo 7,86 milliwatt per centimetro quadrato con una efficienza energetica del 7,9 per cento.
Inoltre, questi Smart Clothes, pur restando impermeabili all’acqua, permettono la normale traspirazione, il passaggio della luce, e seppure sottoposti a torsione e compressione – se li strizziamo o sottoponiamo a forte centrifuga nella lavatrice – continuano a produrre energia fotovoltaica, seppure al momento l’efficienza energetica si ridurrebbe.
Ma le novità non si limitano alla semplice produzione di energia fotovoltaica attraverso piccole celle intrappolate nei tessuti.
Dalle ricerche emerge che tale energia fotovoltaica fa bene alla salute.
Questa innovazione tecnologica offre, infatti, nuovi strumenti applicabili anche in campo medico.
Gli Smart Clothes, alimentati dall’energia solare, integrano tutta una serie di sensori per monitorare costantemente il nostro stato di salute e forma fisica, registrando i battiti cardiaci o la temperatura corporea utili a prevenire gravi problemi di salute.
Dunque, via libera all’energia rinnovabile e indossabile che fa bene pure alla salute!
alternativasostenibile.it

Commenti