HomeBanche d'Italia

Banche. Da Grasso dubbi sulla proroga della commissione d’inchiesta

Banche. Da Grasso dubbi sulla proroga della commissione d’inchiesta

Cgia. I pagamenti elettronici sono un ennesimo regalo alle banche
Dalle banche 4.600 miliardi alle fonti fossili in 6 anni
Revolut, quando la banca diventa tour operator

Fonti del Senato hanno confermato che il Presidente Pietro Grasso “ha risposto ad una richiesta del Presidente della Commissione d’inchiesta sul sistema bancario e finanziario Pier Ferdinando Casini limitandosi a ricordare che la prassi costante di Camera e Senato consente alle commissioni di inchiesta, durante il periodo di prorogatio, la definizione di relazioni conclusive sulle attività di inchiesta completate entro la data di eventuale scioglimento anticipato delle stesse Camere. Analoga indicazione è stata data dalla Presidenza dell’altro ramo del Parlamento”. Casini aveva avanzato richiesta ai presidenti di Camera e Senato di poter  proseguire l’attività ispettiva della commissione bicamerale dopo lo scioglimento delle Camere fino ad elezioni. Il presidente del Senato Grasso ha espresso le proprie perplessità stando tra l’altro ad un precedente di Palazzo Madama, secondo quanto si legge nel resoconto stenografico delle dichiarazioni fatte dal presidente del Senato (allora Renato Schifani) come ultimo atto della scorsa legislatura. Nel resoconto si legge che dopo lo scioglimento delle Camere “per quanto riguarda le indagini conoscitive e le inchieste parlamentari, le commissioni potranno riunirsi al solo fine di rendere esplicite le conclusioni dell’attività svolta prima dello scioglimento. Rimane esclusa qualunque attività di rilievo esterno, anche se prevista nei programmi già approvati”.

Commenti