HomePortualità e Marittimo

Fincantieri: costruirà per Us Navy una nuova fregata

E' la quarta nell'ambito del programma 'Constellation'

Fincantieri: costruirà per Us Navy una nuova fregata

Fincantieri costruirà per la Us Navy una nuova fregata, la quarta nell'ambito del programma "Constellation". Lo ha reso noto il gruppo in una nota

Fincantieri costruirà per UsNavy terza fregata Constellation
The stategy of Fincantieri in the United States
Fincantieri a gonfie vele negli Usa. In arrivo la fregata Constellation

Fincantieri costruirà per la Us Navy una nuova fregata, la quarta nell’ambito del programma “Constellation”.

Lo ha reso noto il gruppo in una nota sottolineando che il Dipartimento della Difesa statunitense ha assegnato alla controllata americana di Fincantieri, Marinette Marine (FMM), il contratto per la costruzione della nave, che ha un valore di circa 526 milioni di dollari.

Il contratto per la prima fregata e l’opzione per 9 ulteriori navi era stato siglato nel 2020, e ha un valore complessivo di 5,5 miliardi di dollari comprensivo di supporto postvendita e addestramento degli equipaggi.

 La proposta Fincantieri che ha vinto la gara su concorrenti statunitensi è basata sulla piattaforma delle fregate Fremm. La costruzione della prima fregata è iniziata alla fine di agosto 2022 a Marinette (Wisconsin) e la consegna è prevista per il 2026; si chiamerà USS Constellation.
“Il nostro impegno è di supportare la più grande Marina al mondo con una nave che rappresenti il massimo grado possibile di innovazione. Guardiamo in particolar modo al profilo digitale delle unità, in termini di cybersecurity e data analytics, due fronti fondamentali per la competizione industriale del futuro”, ha commentato Pierroberto Folgiero, a.d. di Fincantieri.
Fmm è la punta di diamante di Fincantieri Marine Group (Fmg), che controlla altri due siti sempre nella regione dei Grandi Laghi nel Wisconsin: Fincantieri Bay Shipbuilding e Fincantieri Ace Marine. E’ impegnata anche nei programmi Littoral Combat Ships, sempre per la US Navy, e Multi-Mission Surface Combatants, per il regno dell’Arabia Saudita nell’ambito del piano Foreign Military Sales degli Usa.

Fonte: Ansa.it

Commenti