HomePortualità e Marittimo

Accordo Costa Crociere- Trenitalia: per promuovere la mobilità sostenibile e il turismo

Accordo Costa Crociere- Trenitalia: per promuovere la mobilità sostenibile e il turismo

Leonardo: nuova commessa in Egitto?
Cosa cambierà con il sì di Israele alla fusione tra Leonardo e Drs
Linkem e Sirti rafforzano la liason: sistemi di system integration per pmi

Arrivare sulla nave da crociera in treno anziché in auto, un po’ per comodità e un po’ per promuovere la mobilità sostenibile. Costa Crociere e Trenitalia (Gruppo Ferrovie dello Stato) hanno firmato un’intesa che preveder lo studio di soluzioni di viaggio integrate nave-treno, valorizzando i territori e le loro caratteristiche. Il progetto strategico sarà focalizzato sui collegamenti con i porti di destinazione delle navi di Costa Crociere, coinvolgendo anche le istituzioni nazionali, regionali e locali.

Tra le iniziative ci sono anche trasporti elettrici per il cosiddetto “ultimo miglio” fra porto e stazione, con il contributo di altre società del Polo Passeggeri del Gruppo FS Italiane, e collegamenti ferroviari porto-città-aeroporto. Attenzione verrà riservata alla valorizzazione dei treni storici, con escursioni studiate appositamente per i crocieristi, treni speciali dedicati ai clienti Costa Crociere e nuovi servizi per migliorare la connessione con il treno. Le attività incluse nel protocollo saranno coordinate da una cabina di regia, con il compito di favorire la condivisione di informazioni, l’individuazione di progetti e la loro realizzazione.

“Il nostro impegno verso navi a zero emissioni nette entro il 2050 si estende allo sviluppo di operazioni a terra più sostenibili – dice Giuseppe Carino, vicepresidente del gruppo Costa Crociere -. Con Trenitalia lavoreremo non solo per offrire soluzioni di trasporto sempre più confortevoli e sostenibili per i nostri ospiti, ma anche per creare valore nelle destinazioni in cui operiamo, promuovendo le eccellenze turistiche locali e sviluppando reti di mobilità sostenibile, che integrino le esigenze di trasporto dei residenti locali con quelle dei passeggeri delle navi”.

Fonte: Shipmag.it

Commenti