HomeMercato finanziario

Borsa Oggi, 28 aprile 2021: Ftse Mib, tonfo di Saipem in avvio

La Borsa oggi, 28 aprile 2021, inizia la seduta in sostanziale parità. Sul Ftse Mib spicca il tonfo di Saipem dopo la pubblicazione dei conti ed il ritiro della guidance. Spread stabile.

Borsa Oggi, 28 aprile 2021: Ftse Mib, tonfo di Saipem in avvio

I mercati finanziari attendono le decisioni sulle politiche monetarie di USA, Regno Unito e Giappone
U.S. trade czar Lighthizer’s advice for Biden on China: ‘Hold their feet to the fire’
ACCORDO BANCHE E CRESCITA USA. SPINGONO LE BORSE IN APERTURA

Avvio di seduta poco mosso per Borsa oggi: sul Ftse Mib spiccano le vendite sulle azioni Saipem a seguito della pubblicazione dei conti e del ritiro della guidance.

L’appuntamento del giorno è rappresentato dal meeting della Federal Reserve. Scontata la conferma dell’attuale assetto, gli operatori si attendono che il n.1 Jerome Powell ribadisca che è ancora presto per una riduzione degli stimoli.

Dal fronte materie prime, il future con consegna giugno sul petrolio Brent quota in aumento dello 0,5% a 66,2 dollari al barile mentre l’eurodollaro scambia a 1,20638 (-0,22%).

Borsa Oggi, aggiornamento ore 9:25: Ftse Mib, forti vendite su Saipem
Poco dopo l’avvio degli scambi il Ftse Mib quota 24.471,33 punti (-0,01%), il Cac40 segna un +0,28%, il Dax un +0,42% ed il Ftse100 un +0,43%.

Lo spread Btp-Bund in avvio di seduta europea è stabile a 107 punti base.

Il Ministero dell’Economia e delle Finanze ha comunicato che il triennale in dollari USA è stato emesso per 2 miliardi al 99,673%, pari ad rendimento lordo all’emissione dello 0,986%.

Messo sul mercato anche un titolo a 30 anni, denominato sempre in dollari, per 1,5 miliardi di dollari. Il titolo è collocato al 98,897% corrispondente ad un rendimento lordo all’emissione del 3,938% in dollari USA. Oggi è in calendario l’asta di Bot semestrali per 6,5 miliardi.

Sul Ftse Mib la performance peggiore è appannaggio delle azioni Saipem, in rosso nei primi scambi di 8 punti percentuali. A seguito dello stop al progetto in Mozambico con Total, la società non è in grado di confermare la guidance per il 2021.

La società ha inoltre diffuso risultati trimestrali inferiori alle stime, con ricavi a 1,62 miliardi (stime a 1,9 mld) ed una perdita netta di 120 milioni di euro (consenso 107 mln).

Segno più invece per Eni e Telecom Italia, entrambe in rialzo dell’1,1%.

Incremento dello 0,74% per Generali in scia della notizia che Francesco Gaetano Caltagirone potrebbe, per segnalare la sua sfiducia nei confronti dell’AD Philippe Donnet, non depositare le azioni nella prossima assemblea.

Rally di Mediaset (+5,1%). Secondo i ben informati, la pace con il socio Vivendi potrebbe essere imminente.

Borse Asia in positivo
L’indice di Hong Kong, l’Hang Seng, registra un +0,28%, il China A50 ha terminato la seduta con un +0,16% ed il Nikkei ha chiuso con un +0,21%.

In aumento anche l’indice australiano S&P/ASX 200 (+0,44%).

Wall Street: Nasdaq chiude debole
Il Dow Jones ha chiuso la seduta di ieri con un +0,01%,lo S&P500 ha segnato un -0,02% ed il Nasdaq un -0,34%.

Fonte: www.money.it

Commenti