HomeMercato finanziario

Cina. Le società estere potranno controllare fino al 51% dei gruppi finanziari

Cina. Le società estere potranno controllare fino al 51% dei gruppi finanziari

All’indomani della visita in Cina del presidente Usa Donald Trump, che proseguirà con un vertice di tutta l’area di Asia-Pacifico, l’agenzia Xinhu

La Grande Muraglia Cinese nascondeva qualcosa: la scoperta
La geopolitica dei chip
LA ORIGINE DEI CULTI. Dallo oriente cinese allo occidente cristiano.

All’indomani della visita in Cina del presidente Usa Donald Trump, che proseguirà con un vertice di tutta l’area di Asia-Pacifico, l’agenzia Xinhua ha riferito che il viceministro delle Finanze Zhu Guangyao ha annunciato che alle imprese straniere sarà permesso detenere fino al 51 per cento di titoli di società cinesi del settore finanziario a fronte del 49 per cento attuale. Trump infatti aveva ribadito al presidente Xi Jinping  la richiesta di lasciar gareggiare le imprese statunitensi ad armi pari con le loro rivali cinesi. Oggi dunque la Cina apre di più le porte alla proprietà straniera nel settore finanziario, rimuovendo progressivamente il divieto di raggiungere la maggioranza del capitale.  La nuova soglia, tuttavia, si potrà raggiungere solo nell’arco di tre anni. Nel settore bancario cinese poi, pesantemente controllato dallo Stato, il suddetto limite alla proprietà estera è perfino fissato al 25 per cento del capitale. Soglia che di fatto preclude alle banche straniere di giocare un qualunque ruolo nel mercato cinese.

Commenti