HomeMercato finanziario

Bollettino IVASS aprile 2016: 29 intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie

Bollettino IVASS aprile 2016: 29 intermediari colpiti da sanzioni amministrative pecuniarie

Chip stocks show signs of slowing with more earnings on tap
Sterling slides as BoE rams home easing message
Debito pubblico italiano: in calo e di quanto?

Sanzioni-Archivio-Imc-e1441184442785L’importo totale delle sanzioni del mese di aprile a carico degli intermediari e delle società di intermediazione supera i 140.000 Euro

Sono stati 29 gli intermediari e le società di intermediazione oggetto delle sanzioni amministrative pecuniarie fino a 30.000 Euro (ed un totale superiore ai 140.000 Euro) attraverso le ordinanze pubblicate lo scorso 31 maggio sul Bollettino IVASS di aprile. Nel dettaglio:

  • L’ordinanza prot. n. 67898/16 del 4 aprile ha disposto 10.000 Euro di sanzione nei confronti di Asi International Broker s.r.l. (in persona del legale rappresentante pro tempore Giuseppe Galotti) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati. Stessa violazione contesta, ma 2.000 Euro di sanzione, a Marco Perugini (Ordinanza prot. n. 67919/16 del 4 aprile);
  • Sanzione da 2.000 Euro ad Almas Insurance s.r.l. per mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un rapporto di collaborazione (Ordinanza prot. n. 67922/16 del 4 aprile);
  • Maria Paola Bertoli è stata sanzionata con 4.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 67924/16 del 4 aprile – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale;
  • 30.000 Euro di sanzione a Giovanni Ferreri, al quale l’Istituto ha contestato il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in dieci occasioni ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 67926/16 del 4 aprile);
  • L’ordinanza prot. n. 68861/16 del 5 aprile ha disposto 2.000 Euro di sanzione a Famax Insurance s.r.l. per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • CIB Consulting Italia Broker s.r.l. (in persona del legale rappresentante pro tempore Renato Lombi, 1.000 Euro) e Bruno Santaniello (in concorso, 3.000 Euro) sono stati sanzionati per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in tre occasioni (Ordinanza prot. n. 68867/16 del 5 aprile);
  • Il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale è la causa della sanzione di 1.000 Euro a carico di Mattia Conforti (Ordinanza prot. n. 68874/16 del 5 aprile). Lo stesso intermediario risulta interessato anche dalla sanzione di 1.000 Euro a Geco s.r.l. (in qualità di legale rappresentante pro tempore) disposta dall’ordinanza prot. n. 68883/16 del 5 aprile per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • Sanzione da 5.500 Euro a Gabriele Catalano (Ordinanza prot. n. 75120/16 del 13 aprile) per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati;
  • Liliana Tononi è stata sanzionata con 3.000 Euro per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in tre occasioni (Ordinanza prot. n. 76229/16 del 14 aprile);
  • 2.000 Euro di sanzione – attraverso l’ordinanza prot. n. 76231/16 del 14 aprile – a Wholesale Insurance Broker s.r.l. per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni;
  • L’ordinanza prot. n. 77950/16 del 18 aprile ha disposto 10.000 Euro di sanzione nei confronti di Davide Barelli per mancata ottemperanza nei termini alle richieste dell’Istituto;
  • Paolo Savaris è stata sanzionato con 3.000 Euro (Ordinanza prot. n. 82268/16 del 22 aprile) per – mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale. Lo stesso importo sanzionatorio, ma per il solo mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale, è stato disposto nei confronti di Adriatica Servizi Assicurativi s.a.s. di Pallotta Carmine (Ordinanza prot. n. 82270/16 del 22 aprile) e di Egidio Grispo (Ordinanza prot. n. 82274/16 del 22 aprile);
  • Sanzione da 5.000 Euro per Lorenzo Bordini, al quale l’IVASS ha contestato il mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in quattro occasioni ed il mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 83145/16 del 26 aprile);
  • L’esercizio di attività di intermediazione assicurativa in assenza della preventiva iscrizione al RUI quale collaboratore è la causa della sanzione da 1.000 Euro disposta dall’Istituto a Paolo Baronti attraverso l’ordinanza prot. n. 83147/16 del 26 aprile;
  • 2.000 Euro di sanzione ad Assimar s.r.l. (Ordinanza prot. n. 83786/16 del 26 aprile) per mancata comunicazione all’Istituto, nei termini previsti, della cessazione di un soggetto dalla carica di responsabile dell’attività di intermediazione. Lo stesso importo sanzionatorio – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale – è stato disposto nei confronti di Mauro Sartor (Ordinanza prot. n. 83789/16 del 26 aprile);
  • Saverio Candita è stato sanzionato con 4.000 Euro – attraverso l’ordinanza prot. n. 84274/16 del 27 aprile – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in due occasioni;
  • L’ordinanza prot. n. 84288/16 del 27 aprile ha disposto 2.000 di sanzione ad Antonio Scudieri per mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale. Stessa violazione contestata, ma 3.000 Euro di sanzione, per Marco Alabiso (Ordinanza prot. n. 85030/16 del 28 aprile);
  • Sanzione da 10.000 Euro ad Edilbroker s.r.l. per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 85032/16 del 28 aprile);
  • Il mancato rispetto degli obblighi di informativa precontrattuale in due occasioni è la causa della sanzione da 2.000 Euro disposta nei confronti di Domenico Cappelli (Ordinanza prot. n. 85033/16 del 28 aprile). Il medesimo importo sanzionatorio – per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale – ha visto come destinatario Stefano Sartor (Ordinanza prot. n. 85034/16 del 28 aprile);
  • Doppia sanzione da 10.000 Euro a Giovannino Antonini per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati (Ordinanza prot. n. 85035/16 e 85036/16, entrambe del 28 aprile);
  • Dante Romano, infine, è stato sanzionato con 13.500 Euro per mancato rispetto delle regole di diligenza, correttezza e trasparenza nei confronti degli assicurati in otto occasioni e mancato rispetto dell’obbligo di separazione patrimoniale (Ordinanza prot. n. 85620/16 del 28 aprile).

Intermedia Channel

Commenti