HomeMercati internazionali

L’analisi del petrolio tra la domanda e l’offerta

L’analisi del petrolio tra la domanda e l’offerta

” Il grande crollo è iniziato, S&P 500 scenderà del 45%”. Grantham elenco tutti i sintomi della super bolla
China’s central bank lays regulatory foundation for CBDC
Australia’s Central Bank Is ‘Dysfunctional,’ Ex-Researcher Says

petrolio-domanda-offerta

Cerchiamo di non commettere l’errore di credere che la richiesta di ‎petrolio‬ da parte della ‎Cina‬ sia diminuita. La domanda di petrolio della Cina è ancora enorme, seconda solo agli Stati‬ Uniti‬, ma ha solo iniziato a contrarsi negli ultimi mesi.
A compensare la diminuzione ci pensa l’India‬, che dovrebbe avere la più rapida crescita della domanda di greggio tra oggi e il 2040, secondo l’International ‎Energy‬ Agency‬ (‎IEA‬). Infatti il consumo in India si è attestato a 4,5 milioni di barili al giorno nel mese di marzo, che è aumentata considerevolmente da una media di 4 milioni di barili al giorno nel 2015. Il paese asiatico rappresenta un buon 30 per cento sul totale della crescita dei consumi mondiali, nel primo trimestre. Questa crescita rende lo Stato Indiano come lo “Star Performer”, un ruolo occupato fino a poco tempo dalla Cina. L’India è ora pronta a superare il Giappone‬, il secondo più grande consumatore di petrolio in Asia, se questo non è già avvenuto.

L’analisi del contratto sul LCrudeAug16, mostra un pattern visibile sul grafico a forma di cuneo, dove per altro c’è già stato il break out al ribasso, tipico movimento di questa figura tecnica. Le quotazioni ora potrebbero spingersi ulteriormente al ribasso verso area $43, a patto che le stesse non superino l’area di resistenza a $50,70.

fonte dove investire

Commenti