HomeItalian Enterprises

Leonardo, comincia l’era Cingolani, eletto dall’assemblea col 52%. L’ambasciatore Pontecorvo presidente

Sconfitta la lista di Assogestioni che si era candidata per i posti di minoranza, che invece sono andati alla formazione proposta da alcuni fondi

Leonardo, comincia l’era Cingolani, eletto dall’assemblea col 52%. L’ambasciatore Pontecorvo presidente

Fonte: Firstonline.it L’Assemblea degli azionisti di Leonardo ha approvato il bilancio 2022, chiuso con margini in forte crescita, e la propost

Decreto prezzi lavori edilizi: nuovi massimali di spesa
Cop26, Cingolani: l’Italia entra in un fondo da 10 miliardi per l’emergenza clima. E 104 Paesi annunciano: giù del 30% le emissioni di metano entro il 2030
Nucleare, Cingolani frena. L’Enel: non è realistico ripensarci

Fonte: Firstonline.it

L’Assemblea degli azionisti di Leonardo ha approvato il bilancio 2022, chiuso con margini in forte crescita, e la proposta di distribuzione del dividendo 2022, pari a 0,14 euro per azione. I soci hanno eletto anche il nuovo consiglio di amministrazione e nominato presidente Stefano Pontecorvo. Anche se la partita non era accesa come per Enel, è stata comunque una corsa all’ultimo voto per piazzare i propri candidati.

Seduta piatta a Piazza Affari per il colosso italiano della difesa, il titolo si muove intorno alla parità

Il nuovo cda di Leonardo

L’assemblea, dopo avere determinato in 12 il numero dei componenti e fissato in tre esercizi la durata del mandato, ha rinnovato i vertici. Oltre a Pontecorvo per la carica di presidente, e Cingolani per quella di amministratore delegato, il nuovo cda è composto da: Trifone Altieri, Giancarlo Ghislanzoni, Enrica Giorgetti, Dominique Levy, Francesco Macrì, Cristina Manara, Marcello Sala, Silvia Stefini, Elena Vasco, Steven Wood. La lista presentata dall’azionista Ministero dell’Economia e delle Finanze – il maggiore azionista con il 30,2 % circa del capitale sociale di Leonardo – ha ottenuto la maggioranza dei voti (il 48 % circa), mentre la lista presentata da un gruppo di azionisti (GreenWood, Sachem e Banor) complessivamente titolari dell’1,5% circa, in sede di votazione ha ottenuto la minoranza dei voti (il 42%). Sconfitta, così, la lista di Assogestioni che si era a sua volta candidata per i posti di minoranza con i nomi di Giuseppe Guizzi, Patrizia Michela Giangualano, Marco Annunziata e Nicoletta Corrocher.

Dividendo 2022

L’Assemblea ha approvato la proposta di distribuzione di un dividendo a valere sull’utile dell’esercizio 2022 pari a 0,14 euro per azione, con riferimento a ciascuna azione ordinaria che risulterà in circolazione alla data di stacco cedola, escluse le azioni proprie in portafoglio a quella data, fatto salvo il regime di quelle che risulteranno effettivamente assegnate, in virtù dei vigenti piani di incentivazione, nell’esercizio in corso. Il dividendo sarà posto in pagamento a decorrere dal 24 maggio 2023, con record date (ossia data di legittimazione al pagamento del dividendo) 23 maggio 2023 e previo stacco della cedola n.13 in data 22 maggio 2023.

Commenti