HomeItalian Enterprises

Industria 4.0, nasce piattaforma Enea. Testa: “La scommessa sono le Pmi”

Industria 4.0, nasce piattaforma Enea. Testa: “La scommessa sono le Pmi”

Del Vecchio ha la vista lunga: Luxottica-Essilor, nasce il gigante da 15 miliardi. Il patron: “Coronato un sogno”
Industria 4.0, Gay: così possiamo portare il Made in Italy nella modernità
Piccole e smart: ecco l’ imprenditoria femminile

buf150330conv1

Industria 4.0 è “un bellissimo slogan” per “far passare nel tessuto industriale tutte le nuove tecnologie ” rendendo le aziende sempre più automatizzate e connesse e “cambiare la manifattura per realizzare prodotti personalizzati a costi molto bassi”. Ma “la vera scommessa è andare nei territori e calare questa innovazione nelle Pmi”. E’ il presidente dell’Enea, Federico Testa, ad indicare all’Adnkronos il percorso intrapreso dell’Agenzia per realizzare anche in Italia la quarta rivoluzione industriale.

“L’Enea -annuncia Testa- sta già lavorando in questa direzione ed ha lanciato, grazie ad un nutrito team interno, la nuova piattaforma Atlante dell’Innovazione a cui chiunque può accedere e dove si trovano le schede di ogni nostra innovazione”. Con una “vision di open innovation”, l’Agenzia, continua il presidente, sta avviando “road show locali con il supporto delle Camere di Commercio”. “Appena sono arrivato all’Enea, ormai due anni fa, -spiega l’economista- mi sono reso conto che nelle pieghe dell’ente era nascosto un patrimonio di innovazioni enorme ma nascosto che potevamo mettere a disposizione del tessuto aziendale nazionale”.

Con la nascita della piattaforma Atlante dell’Innovazione “qualsiasi impresa può conoscere i prodotti della ricerca e della tecnologia ideata all’Enea, trovare i riferimenti degli esperti, dalle mail ai cellulari, ed aprire un dialogo ‘personalizzato’ sulla base delle esigenze aziendali” continua Testa che è docente di Economia e Gestione d’impresa all’Università di Verona. “Qualche volta, racconta, “ci sono imprese che, dialogando con noi, suggeriscono anche nuove applicazioni. E questo è uno straordinario passaggio”.

Il nostro tessuto produttivo, osserva Federico Testa, “è fatto al 93% da Pmi nelle quali, molto spesso, c’è un soggetto, che è l’imprenditore, che fa l’amministratore delegato, il responsabile della produzione e, qualche volta, anche il responsabile della finanza. In altre parole, in molte Pmi manca una struttura dell’impresa volta all’innovazione tecnologica”. Quindi, indica il presidente dell’Enea, “il vero problema per il nostro Paese è fare arrivare l’Industria 4.0 al tessuto delle piccole aziende. E noi stiamo costruendo un ponte per realizzare questo obiettivo”.

“Abbiamo messo l’Atlante dell’Innovazione a disposizione anche di tutti gli addetti scientifici delle ambasciate italiane in giro per il mondo perchè -spiega Testa- ci sono tecnologie Enea, e più in generale di aziende italiane, che possono dare un contributo importante alla crescita di Paesi in Via di Sviluppo”. In questa cornice, l’Enea “sta realizzando un progetto in Senegal di irrigazione sostenibile, in una valle fertilissima che sorge vicina all’area costiera”.

fonte adnkronos

Commenti