HomeEuropa e economia

Goldman Sachs rivede i target price sulle banche italiane

Gli esperti hanno promosso IntesaSanpaolo, migliorando rating e target sull’istituto. Goldman Sachs ha incrementato il prezzo obiettivo anche per UniCredit, BPER Banca e BancoBPM

Goldman Sachs rivede i target price sulle banche italiane

Cgia. Nella P.A. una “montagna di sprechi” da 29 mld
Istat. A gennaio la disoccupazione risale all’11,1%
L’ Agenzia delle Entrate presente a “Casa Idea”

Goldman Sachs ha aggiornato nuovamente i target price su alcune banche italiane quotate a Piazza Affari, in seguito alla revisione delle stime finanziarie per i prossimi esercizi.

In particolare, gli esperti hanno promosso IntesaSanpaolo, migliorando rating e target sull’istituto. Goldman Sachs ha incrementato il prezzo obiettivo anche per UniCredit, BPER Banca e BancoBPM, mentre ha ridotto la valutazione sul Monte dei Paschi di Siena.

Goldman Sachs promuove IntesaSanpaolo

Gli esperti hanno ritoccato al rialzo il target price sull’istituto guidato da Carlo Messina, portandolo da 2,15 euro a 2,4 euro. Gli analisti hanno anche migliorato il giudizio e ora consigliano l’acquisto delle azioni, in quanto il nuovo prezzo obiettivo implica un rialzo del 30% rispetto alla quotazione della banca a Piazza Affari alla chiusura del 16 novembre 2020.

Goldman Sachs ha incrementato le stime sull’utile per azione per il periodo 2020/2024, ipotizzando un calo dei costi e degli accantonamenti. In particolare, gli esperti stimano per il biennio 2020/2021 un utile per azione rispettivamente a 0,11 euro e a 0,18 euro.

Inoltre, Goldman Sachs ha migliorato le stime sul dividendo di IntesaSanpaolo, ipotizzando un payout ratio del 75% nel periodo 2020/2024, sulla base di una struttura patrimoniale più solida. Con riferimento all’esercizio 2020 Goldman Sachs ipotizza un dividendo di IntesaSanpaolo di 0,17 euro per azione, che agli attuali livelli di prezzo garantisce un rendimento nell’ordine del 9%.

La preferenza di Goldman Sachs resta su UniCredit

Gli esperti hanno ritoccato al rialzo anche il target price sull’istituto guidato da Jean-Pierre Mustier, portandolo da 12,3 euro a 12,7 euro. Gli esperti hanno confermato l’indicazione di acquisto delle azioni, in quanto il nuovo prezzo obiettivo implica un rialzo del 53% rispetto alla quotazione della banca a Piazza Affari alla chiusura del 16 novembre 2020. Inoltre, UniCredit è stata confermata nella lista dei titoli preferiti della banca d’affari.

La nuova valutazione della banca d’affari è stata determinata sulla base di una valutazione dei dati fondamentali pari a 12,19 euro per azione (che concorre a formare il nuovo target price per una quota dell’85%), a cui è stata aggiunta una componente per considerare un’eventuale operazione straordinaria. In quest’ultimo caso la valutazione di UniCredit è stata fissata a 15,59 euro per azione, prezzo che concorre a definire il nuovo target price per una quota del 15%.

Goldman Sachs ha rivisto le stime sull’utile per azione di UniCredit per il periodo 2020/2024. In particolare, gli esperti stimano per il biennio 2020/2021 un utile per azione rispettivamente a 0,13 euro e a 0,95 euro.

Goldman Sachs ha rivisto la valutazione anche sul BancoBPM

Gli esperti hanno aumentato da 1,85 euro a 1,95 euro il target price sull’istituto e hanno confermato il giudizio “Neutrale”. Gli analisti hanno segnalato che il target price implica un rialzo del 7% rispetto alla quotazione della banca a Piazza Affari alla chiusura del 16 novembre 2020.

Goldman Sachs ha specificato che la nuova valutazione incorpora una revisione della componente relativa a eventuali operazioni straordinarie. Di conseguenza il nuovo prezzo obiettivo è dato da un mix composto da una valutazione stand-alone pari a 1,66 euro per azione (ponderata per il 70%) a cui si aggiunge la componente M&A di 2,62 euro per azione (ponderata per il 30%).

Goldman Sachs ha migliorato le stime sull’utile per azione del BancoBPM per il periodo 2020/2024. In particolare, gli esperti stimano per il biennio 2020/2021 un utile per azione rispettivamente a 0,03 euro e a 0,09 euro.

Goldman Sachs ha migliorato anche il target price su BPER Banca

Gli esperti hanno ritoccato al rialzo il prezzo obiettivo sull’istituto, portandolo da 2,2 euro a 2,25 euro, ribadendo l’indicazione di acquisto delle azioni. Il target price implica un rialzo del 71% rispetto al prezzo di chiusura di BPER Banca nella seduta del 16 novembre.

Goldman Sachs ha segnalato che il prezzo obiettivo è il risultato finale di un mix composto da una valutazione stand-alone pari a 1,95 euro per azione (ponderata per il 70%) a cui si aggiunge una componente di 3 euro per azione (ponderata per il 30%), per eventuali operazioni straordinarie.

Goldman Sachs ha migliorato le stime sull’utile per azione di BPER Banca per il periodo 2021/2024, ipotizzando minori accantonamenti per perdite su crediti. In particolare, gli esperti stimano per il 2021 un utile per azione di 0,13 euro.

Al contrario Goldman Sachs ha peggiorato la valutazione sul Monte dei Paschi di Siena

Gli esperti hanno ridotto da 1,5 euro a 1,35 euro il prezzo obiettivo sull’istituto senese e hanno ribadito il giudizio “Neutrale”, nonostante il prezzo obiettivo implichi un rialzo del 13% rispetto al prezzo di chiusura del Monte dei Paschi di Siena nella seduta del 16 novembre.

Goldman Sachs ha evidenziato che il taglio del target price riflette la riduzione delle stime sull’utile per azione per il triennio 2022/2024 e un minore CET1 ratio rispetto a quanto stimato in precedenza, in conseguenza agli accantonamenti effettuati nel terzo trimestre del 2020.

Goldman Sachs ha segnalato che il prezzo obiettivo sul Monte dei Paschi di Siena è dato da un mix composto da una valutazione stand-alone pari a 0,72 euro per azione (ponderata per il 70%) a cui si aggiunge la componente M&A di 2,73 euro per azione (ponderata per il 30%).

Fonte : www.soldionline.it

Commenti