HomeCommunication & Tecnologies

Auto elettriche, arriva la mappa interattiva per moltiplicare le colonnine di ricarica

Il nuovo strumento digitale, già operativo, consentirà agli operatori di individuare le stazioni di rifornimento urbane ed extra-urbane dove installare le colonnine di ricarica

Auto elettriche, arriva la mappa interattiva per moltiplicare le colonnine di ricarica

Fonte: Firstonline.it Addio ansia da ricarica per auto e moto elettriche? Una mappa interattiva aiuterà gli operatori a coprire il territorio di co

Alluminio, litio e zinco: la Cina conquista le scorte alimentari per l’ auto elettrica
Auto elettriche: chi è al lavoro su batterie allo stato solido, quali big finanziano la ricerca
Stellantis investe in Alliance Nickel: accordo su Nickel e cobalto per batterie

Fonte: Firstonline.it

Addio ansia da ricarica per auto e moto elettriche? Una mappa interattiva aiuterà gli operatori a coprire il territorio di colonnine razionalizzando gli investimenti senza pestarsi i piedi a vicenda per realizzare finalmente una rete diffusa, omogenea e funzionale. Il nuovo strumento digitale, già accessibile online, è sviluppato da E-Distribuzione, società che gestisce la più ampia rete di distribuzione elettrica del Paese, e RSE, la società di analisi e ricerca sul Sistema Energetico.

Auto elettriche, come funziona la mappa interattiva

La mappa fornirà ai Cpo (Charging point operator) indicazioni qualitative sulle aree di rifornimento sia urbane che extra-urbane presenti negli oltre 7.400 Comuni italiani in cui E-Distribuzione gestisce la rete. L’iniziativa nasce per dare un’accelerazione al Piano nazionale di ripresa e resilienza che dedica settecento milioni di finanziamento all’incentivazione della mobilità elettrica sul territorio nazionale.
Attraverso i dati relativi alle oltre 17.600 stazioni di rifornimento di carburante tradizionale già servite da E-Distribuzione sulle strade urbane ed extraurbane del Paese, lo strumento online fornisce un quadro informativo per eventuali richieste di connessione sia in bassa (100 kW) che in media tensione (350 kW). La valutazione qualitativa e l’entità degli interventi necessari per l’installazione delle infrastrutture di ricarica sono segnalate da tre diversi colori – verde scuro, verde chiaro e grigio – che identificano, tra l’altro, l’eventuale necessità di avviare ulteriori e specifiche pratiche autorizzative.

Commenti