HomeBanche per L'impresa

Due milioni per le proposte innovative. La “call for ideas” di Fondazione Tim

Fondazione Tim lancia la Call for Ideas 2023 realizzata per sostenere le idee e i progetti più innovativi che utilizzano la tecnologia come strumento distintivo per lo sviluppo sociale

Due milioni per le proposte innovative. La “call for ideas” di Fondazione Tim

Una spinta alla cultura dell’innovazione negli ambiti dell’inclusione sociale, dell’arte e della cultura, dell’istruzione e della ricerca scientifica.

Pnrr: dall’ Ue ok preliminare alla prima rata di aiuti da 21 miliardi all’ Italia
China to grant multinationals greater freedom in managing cross-border funds
Riforma delle pensioni nel segno della Fornero ma con 60 anni di età, ecco chi potrà andarci subito

Una spinta alla cultura dell’innovazione negli ambiti dell’inclusione sociale, dell’arte e della cultura, dell’istruzione e della ricerca scientifica. È l’obiettivo di Fondazione Tim che lancia la Call for Ideas 2023 realizzata per sostenere le idee e i progetti più innovativi che utilizzano la tecnologia come strumento distintivo per lo sviluppo sociale. E le risorse non mancano, visto che sono stati stanziati per il progetto 2 milioni di euro, 700 mila euro per ogni ambito.

Con questo progetto Fondazione Tim, presieduta da Salvatore Rossi e guidata dal direttore generale Giorgia Floriani, “rafforza l’impegno di responsabilità verso la comunità”, viene sottolineato nella nota in cui si spiega che le nuove idee dovranno trovare applicazione in ciascuno dei tre macro ambiti: Inclusione sociale, “per garantire una risposta ai bisogni inclusivi della nostra società”, con particolare attenzione ai problemi che la pandemia e le conseguenze della guerra hanno lasciato nelle nostre comunità. Arte e cultura, per “salvaguardare e sostenere il patrimonio culturale italiano”.

L’iniziativa è anche aperta a sostenere progetti che puntano alla realizzazione di spettacoli musicali e teatrali che utilizzano linguaggi nuovi, sostenibili e tecnologici. Istruzione e ricerca scientifica, per “realizzare progetti didattici e di ricerca che siano al passo con l’incessante e rapido cambiamento della società. Saranno favoriti progetti che prevedono un cofinanziamento pari ad almeno il 20% del costo complessivo del progetto stesso e saranno valutati in base al livello di innovazione tecnologica, all’impatto sul contesto sociale oltre al grado di fattibilità e sostenibilità economica”, spiega ancora Fondazione Tim.

L’iniziativa è rivolta a Enti filantropici, Fondazioni, Associazioni Riconosciute e di Promozione Sociale, Cooperative Sociali, Organizzazioni di volontariato, Università, Enti religiosi, Enti pubblici che operano senza finalità di lucro e con il coinvolgimento delle comunità territoriali.

Fonte: formiche.net

Commenti