HomeTecnofinanza

Come cambia la professione contabile nel metaverso

Le competenze del commercialista restano fondamentali per i clienti, nelle dispute con le controparti e nei contraddittori con il Fisco

Come cambia la professione contabile nel metaverso

Investire in diritti musicali si può: ecco come fare e come funziona
Blockchain: per Deloitte tra i ‘Tech Trend 2022’
Per l’euro digitale la tecnologia esiste e non è blockchain. Il progetto del Mit di Boston

Nei mesi scorsi Prager Metis ha annunciato di essere diventata la prima società di contabilità pubblica certificata (CPA) ad aprire la sua sede virtuale nel metaverso. L’azienda utilizzerà i suoi locali virtuali nella piattaforma Decentraland. Il quartier generale sarà una struttura digitale a tre piani utilizzata per eventi, riunioni e come spazio espositivo per NFT. Il ceo di Prager Metis, Glenn Friedman, ha affermato che la nuova sede “fungerà da ponte tra tradizionale e digitale e offrirà preziosi servizi finanziari del mondo reale al metaverso”. Il commercialista potrà migliorare il coinvolgimento dei clienti, per esempio nelle situazioni in cui non sono possibili riunioni con i clienti di persona, il web 3.0 offrirà un nuovo ambiente per facilitare le connessioni dei clienti.

Poiché la contabilità si basa su una formazione strutturata per facilitare la crescita dei dipendenti e sulla collaborazione tra gli addetti, la mancanza di contatti fisici può rendere difficile l’interazione efficace con i dipendenti. Un passo avanti può consistere nel mantenere i modelli di comunicazione tradizionali a livello globale con i propri dipendenti incorporando il metaverso sul posto di lavoro. Come in qualsiasi mercato, se le aziende vogliono trarne profitto, i consulenti e i commercialisti offriranno servizi per consigliare loro come muoversi per avere successo. Occorre creare una nuova generazione di servizi professionali, inclusi contabilità e fiscalità, nel metaverso. Mentre il confine tra la vita fisica e digitale delle persone si sta assottigliando, le organizzazioni hanno l’opportunità e l’obbligo di costruire un metaverso responsabile, affrontando questioni come la fiducia, la sostenibilità, la sicurezza personale, la privacy, l’accesso e l’uso responsabili, diversità e altro ancora. Le azioni e le scelte di oggi prepareranno le basi per il futuro e per adattare i servizi per il mercato in espansione.

La professione contabile potrà trovare nuova linfa dal web 3.0. La blockchain potrà permettere di autovalidare e autocontrollare i documenti. I database distribuiti potranno consentire di creare nuove forme di registri accessibili, naturalmente ai soli aventi diritto. Parliamo di una forma di automazione, dove l’apporto umano continuerà a essere fondamentale. Senza dubbio il ruolo del commercialista potrebbe trasformarsi, ma la sua esperienza e le sue competenze restano fondamentali per i clienti, nelle dispute con le controparti e nei contraddittori con il Fisco. Solo così gli avatar virtuali dei commercialisti saranno capaci di cogliere tutti gli elementi senza errori.

Fonte: Huffpost.it

Commenti