HomeItalian Enterprises

I contratti a termine: sfiorano la cifra record di 3,2 milioni

Secondo gli ultimi dati Istat di febbraio 2022, il tasso di occupazione sale al 59,6%, il livello più alto da quando esistono le serie storiche. I rapporti a tempo sono il 17,7% del totale dei dipendenti. Crescono soprattutto i giovani under 35

I contratti a termine: sfiorano la cifra record di 3,2 milioni

Invecchiamento: un interruttore per “rallentarlo”
Educazione digitale: due ragazzi su tre non hanno regole sui social
Cash Crypto: che cosa è e chi si preoccupa

Oltre 100mila contratti a tempo indeterminato sono andati persi nel mese di febbraio 2022. Nello stesso mese, si conta un aumento di 133mila contratti a termine. Mezzo milione in più in un anno. Come riportano gli ultimi dati Istat, i lavoratori a termine raggiungono la cifra record di 3,175 milioni, pari al 17,7% sul totale dei dipendenti. Il valore più alto dal 1977 – da quando esistono le serie storiche.

Tornano a crescere di 56mila unità il lavoratori autonomi, che risalgono sopra i 5 milioni, ma ancora lontani dai numeri pre pandemia.

Bisognerà vedere ora nel prossimo bollettino mensile quali saranno le ripercussioni sul mercato del lavoro della crisi innescata dall’aggressione russa in Ucraina.

 

Commenti