HomeProblemi sociali

Body Shaming e self confident

Body Shaming e self confident

La donna nella pubblicità: stereotipi e categorie
La storia di una donna che vive senza una parte di cervello
Donna curata da Hiv: è il terzo caso al mondo

Siamo abituati a criticare qualunque donna, che dopo un parto  sceglie di non avere una corporatura da fotomodella perché pensiamo che l’unica rappresentazione consentita e accettata  socialmente dalla società e dai media è l’immagine di una donna snella, senza un minimo difetto, perché per un uomo è socialmente accettato e diamo per scontato che se ingrassa non rappresenta un ostacolo per il nostro mondo costruito e dunque per questo non critichiamo mai la fotografia di un uomo grasso, perché rappresenta un costrutto socialmente accettato e dato per scontato.

Una donna per piacere deve essere magra, alta e niente forme, perché altrimenti si nota troppo la sua fisicità è questa è la triste verità accettata dalla società, che ha creato il tipo di donna ideale, ma non di uomo ideale.

Invece, per una donna che non rappresenta lo stereotipo della donna magra e con un corpo snello, dobbiamo giudicarle e a volte criticarle con parole pesanti, e anche insulti perché risulta essere estranea, da ciò che i media e i social network in particolar modo Instagram  perché, fanno passare attraverso la pubblicazione di immagini che a volte non rappresentano la realtà ma costruiscono l’immagine della donna scolpita senza alcun difetto.

La donna per i social a una certa età, già a 30 anni deve incominciare a curare il suo aspetto e prevenire le rughe, attraverso piccoli ritocchi estetici, altrimenti non risulta più essere appiacente per un uomo.

La rappresentazione realistica a volte può essere solo un modo per danneggiare le altre ragazze o chi non rappresenta la modella della copertina; il corpo di una donna subisce vari cambiamenti che possono ormonali o a volte legati alla nascita di un bambino che comporta l’aumento del proprio peso e la possibilità di non essere più la stessa persona che era da giovane, non per questo ritengo corretto offendere una donna che è ingrassata dopo la nascita di un bambino o di più bambini, perché non rappresenta subito la figura di una donna che deve per forza perdere perso ricorrere subito a diete statiche per rappresentare una modella.

Il nostro sforzo dovrebbe concentrarsi invece, a dare per socialmente scontato che una donna abbia il diritto di sentirsi a proprio agio con il proprio corpo senza dover esprimere giudizi negativi o insulti. Se una donna si sente “confident” con sé stessa, perché il segreto non è insultare le persone che non rispettano esattamente la figura che una donna dovrebbe essere descritta dai social.

A cura di Monica e Tiziana Origgi

Commenti