HomeProblemi sociali

Le discriminazioni delle donne sul lavoro

Le discriminazioni delle donne sul lavoro

Quote rosa e stipendi parificatiLe nuove direttive dell’Ue per l’uguaglianza di genere
La diversità è un pregio, coltiviamolo
Pensioni, divario di genere: per le donne 500 euro in meno

Parliamo spesso e continuiamo a parlarne delle disuguaglianze tra uomo e donna, ma non facciamo nulla.

Festeggiamo ogni 8 marzo, dicendo che le cose cambieranno, ma sappiamo tutti che rimangono solo parole spese al vento che non porteranno da nessuna parte.

Il giorno dopo continuano la loro vita, come se non fosse successo nulla e si sente ripetutamente di donne, che vengono sfruttate addirittura molestate sul posto di lavoro anche, dal proprio capo.

Purtroppo poi, queste donne spaventate spesso, non denunciano per paura di perdere il posto di lavoro e si ritrovano ancora, con l’ orco e da sole non protette dalla polizia, anche quando denunciano.

Cosa facciamo per aiutarle? Niente perché preferiamo lasciarle sole sottopagate, senza un minimo di rispetto.

Dimentichiamo molto spesso, che tutti noi siamo nati da una donna e meritiamo lo stesso trattamento degli uomini.

Una donna non può sopportare ingiustizie che, ad un uomo non si oserebbero neanche fare, mentre ad una donna si.

Una donna deve accettare e subire in silenzio, ma io dico basta, perché dobbiamo avere gli stessi diritti degli uomini e non essere trattate in modo diverso.

Dopo che hai avuto un figlio, nessuno ti assume perché sei madre e non avresti tempo secondo loro di conciliare vita familiare e lavoro.

Una donna merita tutto e riesce a fare; certo sbaglia ma chi di noi non commette errori?

A cura di Monica Origgi

Commenti