HomeEuropa e economia

Goldman Sachs, Lloyds Banking, Hsbc, Ubs dicono addio a Londra

Goldman Sachs, Lloyds Banking, Hsbc, Ubs dicono addio a Londra

Istat. Vendite al dettaglio in rialzo. Spingono cibo e grande distribuzione
Dieselgate. Più poteri a Bruxelles sulle omologazioni
La ripresa economica in Italia varrà oltre 2.000 euro a persona

Goldman Sachs sta valutando di trasferire a Francoforte la metà dei suoi dipendenti di stanza a Londra. Questo quando emerge da indiscrezioni riportare dal quotidiano tedesco Handelsblatt. Dopo l’annuncio dell’amministratore delegato di Hsbc, Stuart Gulliver, di voler trasferire mille dipendenti da Londra a Parigi e l’annuncio della Lloyds Banking (gruppo bancario assicurativo) di star valutando l’ipotesi di voler spostare più impiegati nelle sedi di Francoforte e Amsterdam, oggi arriva la notizia che anche Goldman Sach vuole abbandonare la sede finanziare di Londra. La decisone della premier inglese Theresa May di voler proseguire sulla linea della hard Brexit non sembra dunque stia, al momento, portando buone nuove al Regno di sua maestà Elisabetta II. Il piano del colosso della finanza americana consisterebbe, secondo quanto riporta il quotidiano tedesco, in un taglio del personale londinese di 3 mila unità e il conseguente spostamento di alcune attività chiave, dalla capitale britannica a New York, Parigi, Madrid e in Polonia. Ma non finisce qua perché sempre oggi il presidente del consiglio di amministrazione di Ubs, Axel Weber, ha annunciato che mille dei suoi 5 mila impiegati a Londra rischiano di essere influenzati dall’uscita del Regno Unito dall’Ue.

 

italiaoggi.it

Commenti