HomeCommunication & Tecnologies

Twitch, nuove misure per reprimere bullismo e spam

Numeri di telefono verificati per riconoscere e limitare i bot

Twitch, nuove misure per reprimere bullismo e spam

Twitch ha aggiunto nuovi strumenti nella lotta contro le molestie sulla piattaforma. Il servizio, reso famoso dalle dirette dei videogiocatori unite a

Convy school: app contro bullismo e cyberbullismo
Il pregiudizio esiste ancora
Il trauma del bullismo

Twitch ha aggiunto nuovi strumenti nella lotta contro le molestie sulla piattaforma. Il servizio, reso famoso dalle dirette dei videogiocatori unite alle chat dal vivo con i seguaci, ha annunciato delle misure con cui intende ridurre il più possibile la presenza di bot automatici, software che inviano messaggi nelle finestre di chat dei ‘creator’, con lo scopo di contaminarle e renderle impraticabili.

Showroom Online.Sceglila tra tutti i modelli disponibili subito. E con il servizio Home Delivery verrà consegnata direttamente a casa tua, in piena sicu…Mercedes-Benz.
Per questo, qualsiasi ‘streamer’ potrà richiedere che le persone che entrano in chat debbano verificare il loro numero di telefono prima di poter scrivere messaggi.

Una regola che può essere applicata anche come impostazione predefinita in caso di seguaci con un nuovo profilo o con pochi amici. Queste premesse sono presenti, secondo l’azienda, quando ci si imbatte nei bot, profili che vengono creati continuamente con il solo scopo di produrre spam, senza alcuna interazione reale con gli altri utenti. Inoltre, se un account associato a un numero di telefono viene sospeso, vengono sospesi anche tutti gli altri account associati a quello stesso numero, sia a livello di sito che di canale, una misura ulteriore di monitoraggio preventivo. L’aggiornamento arriva in un momento critico per Twitch.

I creatori di contenuti lottano per far fronte ad una vera e propria esplosione di abusi sulla piattaforma. Ad agosto, molti streamer sono stati obiettivo di gruppi di molestatori, che hanno messo assieme operazioni note come “incursioni di odio”, nelle quali la chat di un utente viene inondata di messaggi di bullismo, razzisti e transfobici, generati da centinaia di account bot contemporaneamente.

Fonte: Ansa.it

Commenti